Concessione per il traffico a lunga distanza: la maggior parte delle linee alle FFS, due alla BLS

Berna, 12.06.2018 - Il 12 giugno 2018 l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha emanato la decisione di concessione per l'esercizio del traffico ferroviario a lunga distanza a partire da fine 2019. La maggior parte delle linee e l'intera rete Intercity saranno gestite dalle FFS; alla BLS è stata assegnata la concessione per due linee interregionali. In seguito alla consultazione delle cerchie interessate l'UFT ha stabilito un contributo di copertura inferiore a quanto inizialmente progettato per la rete del traffico a lunga distanza (TLD) delle FFS, che quindi si vedranno ridurre gli utili in misura minore del previsto. Così facendo l'UFT è andato incontro alle richieste delle FFS e del sorvegliante dei prezzi. Grazie al moderato modello multi-imprese i passeggeri potranno usufruire di offerte supplementari e i contribuenti saranno sgravati di 75 milioni di franchi l'anno.

Dal 20 aprile al 23 maggio 2018 l'UFT ha consultato Cantoni, comunità di trasporti, imprese di trasporto e gestori dell'infrastruttura interessati sulla prevista decisione di concessione. Le FFS e circa la metà dei Cantoni hanno espresso un parere critico riguardo alla prevista assegnazione della concessione a due ferrovie, mentre BLS, l'altra metà dei Cantoni e la maggior parte delle restanti imprese di trasporto la approvano.

In qualità di autorità competente in materia l'UFT ritiene che prevalgano i vantaggi del modello multi-imprese che, assieme alla guida UFT sul traffico a lunga distanza (disponibile solo in ted.), già prima dell'assegnazione della concessione ha apportato evidenti miglioramenti per passeggeri e contribuenti. Sono previsti, ad esempio, nuovi collegamenti diretti tra Coira e Berna. Sulla tratta di valico del San Gottardo, contrariamente a quanto inizialmente pianificato dalle FFS, l'offerta TLD potrà essere mantenuta e garantita senza il sostegno finanziario né della Confederazione né dei Cantoni. Sulla linea tra Coira e San Gallo (finora servita con cadenza bioraria in base all'ordinazione della Confederazione e dei Cantoni) e sulla linea Berna – Neuchâtel – La-Chaux-de-Fonds circoleranno treni a lunga percorrenza anziché regionali. In futuro i treni a lunga percorrenza vedranno sempre, di regola, la presenza di personale di accompagnamento. Inoltre, sono previsti ulteriori miglioramenti quali intensificazioni della cadenza e l'ampliamento dell'offerta di ristorazione a bordo.

Considerati gli effetti positivi del modello multi-imprese, nella decisione emessa l'UFT ha pertanto stabilito di assegnare alla BLS la concessione per le due linee interregionali Berna–Bienne e Berna–Burgdorf–Olten e nuovamente alle FSS quella per le restanti linee e l'intera rete Intercity, tenendo così conto delle buone esperienze e dell'elevata qualità delle prestazioni finora fornite. Le FFS, dal canto loro, intendono affidare alla Südostbahn (SOB) l'esercizio di due linee (tratta di valico del San Gottardo e Coira–Zurigo–Berna).

Per permettere un ulteriore sviluppo in un futuro prossimo, le nuove concessioni sono state assegnate per 10 anni. In questo periodo l'UFT esaminerà le disposizioni legali per l'assegnazione delle concessioni del TLD e presenterà proposte di adeguamento della procedura.

L'UFT lascia inoltre un margine finanziario maggiore di quello inizialmente previsto: sulla scorta dei pareri espressi, in particolare quelli delle FFS e del sorvegliante dei prezzi, il contributo di copertura fissato per la rete Intercity delle FFS è inferiore di 0,5 punti percentuali e quello per la rete di base di sette punti, rispetto ai contributi posti in consultazione. Si prevede pertanto che l'utile annuo delle FFS, proveniente dal TLD, sarà di circa 50 milioni di franchi più elevato dell'importo indicato nella proposta sottoposta a consultazione.

Grazie alla definizione del nuovo contributo di copertura e alla riattribuzione di singole linee, che dal traffico regionale passeranno a far parte di quello a lunga distanza, i contribuenti di Confederazione e Cantoni risparmieranno, in totale, circa 75 milioni di franchi l'anno.

Le parti coinvolte nella procedura potranno impugnare la decisione di concessione dell'UFT davanti al Tribunale amministrativo federale.

Fino al cambio d'orario di fine 2019 resta in vigore l'attuale concessione per il traffico a lunga distanza delle FFS.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71096.html