Sesto incontro nazionale «Cyber-Landsgemeinde» della Rete integrata Svizzera per la sicurezza

Berna, 26.04.2018 - Giovedì 26 aprile 2018 si è svolto a Berna il sesto incontro nazionale «Cyber-Landsgemeinde» della Rete integrata Svizzera per la sicurezza (RSS). Oltre cento rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni e dell’economia privata si sono occupati dei lavori successivi alla prima Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber-rischi e hanno discusso, nel quadro di workshop, di problematiche ritenute rilevanti. I partecipanti hanno colto l’occasione per presentare le proprie aspettative in merito all’attuazione della seconda strategia, recentemente adottata.

La prima Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber-rischi (SNPC) è stata attuata fino alla fine del 2017 e in occasione dell’incontro nazionale ha costituito lo spunto per consentire agli attori interessati di trarre un bilancio e passare in rassegna i cinque anni trascorsi in cui si è intensificata la collaborazione. La SNPC comprendeva 16 misure attuate a livello decentralizzato dalle (rispettive) unità organizzative competenti dell’Amministrazione federale in collaborazione con le associazioni e i gestori delle infrastrutture critiche. La Rete integrata Svizzera per la sicurezza ha assunto in questo processo una funzione di interfaccia per l’attuazione della SNPC nei Cantoni. I partecipanti hanno poi appreso in che misura l’esperienza fatta con la prima SNPC è stata convogliata nella seconda Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber-rischi (SNPC II) e quali misure per i Cantoni dovranno essere attuate nei prossimi cinque anni. I Cantoni sono stati consultati in merito alla SNPC II e hanno quindi collaborato all’elaborazione della strategia.

Nel pomeriggio i partecipanti si sono dapprima riuniti in quattro workshop, in cui i responsabili dei gruppi di lavoro hanno approfondito le questioni sollevate durante le loro presentazioni: lo sviluppo e l’introduzione di standard minimi in campo informatico, le nuove forme della cybercriminalità e la difficoltà nel punirle, la riduzione della vulnerabilità a livello di TIC e la conseguente resilienza migliorata e non da ultimo l’importanza di una migliore valutazione della minaccia proveniente dal cyberspazio. 

L’incontro nazionale ha inoltre avuto luogo in un momento importante, dal momento che la SNPC II è stata adottata la scorsa settimana. Poiché la verifica della struttura della Confederazione nell’ambito dei cyber-rischi è attualmente in corso, l’incontro nazionale ha offerto agli attori presenti la possibilità di presentare le proprie aspettative in merito all’attuazione di misure concrete.


Indirizzo cui rivolgere domande

Karin Suini
portavoce del DDPS
058 464 50 86


Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Ufficio federale della protezione della popolazione
http://www.bevoelkerungsschutz.admin.ch/

Rete integrata Svizzera per la sicurezza
https://www.svs.admin.ch/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-70580.html