Nel 2017 il consumo di energia elettrica è aumentato dello 0,4%

Berna, 20.04.2018 - Con 58,5 miliardi di chilowattora (mia. kWh), nel 2017 il consumo di energia elettrica in Svizzera ha superato leggermente il livello dell'anno precedente (+0,4%). La produzione nazionale (al netto del consumo delle pompe di accumulazione) è ammontata a 57,3 mia. kWh. L'eccedenza delle importazioni fisiche di elettricità è stata pari a 5,6 mia. kWh.

Il consumo nazionale nel 2017 è stato di 62,9 mia. kWh. Dedotte le perdite legate alla trasmissione e alla distribuzione, pari a 4,4 mia. kWh, il consumo elettrico è stato di 58,5 mia. kWh, che corrisponde allo 0,4% o a 244 milioni di kWh in più rispetto al 2016 (58,2 mia. kWh), ossia press'a poco al consumo annuo di 48 800 economie domestiche. In particolare, le variazioni registrate rispetto al 2016 sono state pari a +0,6% nel primo trimestre, -1,1% nel secondo trimestre, +2,2% nel terzo trimestre e +0,1% nel quarto trimestre.

Nonostante l'aumento dei consumi di elettricità legato a fattori determinanti quali lo sviluppo economico e l'evoluzione demografica (vedi qui di seguito), il consumo elettrico svizzero è rimasto pressocché stabile grazie al ridotto numero di gradi giorno e all'aumento dell'efficienza energetica:

  • sviluppo economico: secondo i primi risultati provvisori, nel 2017 il prodotto interno lordo (PIL) è aumentato dell'1,0% (fonte: Segreteria di Stato dell'economia, SECO);
  • evoluzione demografica: secondo i dati provvisori pubblicati dall'Ufficio federale di statistica (UST) il 6 aprile 2018, nel 2017 la popolazione svizzera è aumentata dello 0,7%;
  • condizioni meteorologiche: nel 2017 i gradi giorno sono diminuiti dell'1,5% rispetto all'anno precedente (cfr. tabella in allegato). Poiché in Svizzera circa il 10% dell'energia elettrica è impiegato per il riscaldamento, questa evoluzione ha avuto come effetto una leggera diminuzione dei consumi.

Le analisi annue ex post del consumo energetico (che verranno pubblicate nell'ottobre 2018) possono fornire ulteriori spiegazioni sui fattori determinanti per l'evoluzione del consumo energetico.

Produzione nazionale di energia elettrica nel 2017

Nel 2017 la produzione di energia elettrica (produzione nazionale) è calata dello 0,2%, attestandosi a 61,5 mia. kWh (2016: 61,6 mia. kWh). Una volta detratto il consumo delle pompe di accumulazione, pari a 4,2 mia. kWh, la produzione netta ammonta a 57,3 mia. kWh. Nel terzo e quarto trimestre del 2017 la produzione nazionale ha superatoil valore del 2016 (rispettivamente +5,0% e +11,8%), mentre è stata inferiore nel primo (-8,5%) e nel secondo trimestre (-6,6%).

Gli impianti idroelettrici (centrali ad acqua fluente e centrali ad accumulazione) hanno prodotto lo 0,9% di energia elettrica in più rispetto all'anno precedente (centrali ad acqua fluente -3,8%, centrali ad accumulazione +4,9%). Nell'estate 2017 la produzione delle centrali idroelettriche è diminuita del 5,5% rispetto all'anno precedente (centrali ad acqua fluente -7,0%, centrali ad accumulazione -3,9%), mentre nei due trimestri invernali è aumentata del 10,6% (centrali ad acqua fluente +2,8%, centrali ad accumulazione +15,3%).

La produzione di energia elettrica delle centrali nucleari svizzere è scesa del 3,6%, attestandosi a 19,5 mia. kWh (2016: 20,2 mia. kWh), il che è da ricondurre principalmente alla disattivazione straordinaria della centrale nucleare di Beznau I (tutto l'anno) e di Leibstadt (diversi mesi). Nel 2017 la disponibilità delle centrali nucleari svizzere è stata del 67,1% (2016: 69,4%).

La produzione elettrica totale è provenuta per il 59,6% da centrali idroelettriche (25,9% da centrali ad acqua fluente, 33,7% da centrali ad accumulazione), per il 31,7% da centrali nucleari e per l'8,7 % da impianti termici convenzionali e da fonti rinnovabili.

Eccedenza delle importazioni nel 2017

Nel 2017 sono state effettuate importazioni fisiche per 36,5 mia. kWh ed esportazioni fisiche per 30,9 mia. kWh, con un saldo positivo delle importazioni di 5,6 mia. kWh (2016: eccedenza delle importazioni pari a 3,9 mia. kWh). Nel primo e nel quarto trimestre (trimestri invernali) il saldo delle importazioni ha raggiunto gli 8,7 mia. kWh (2016: 8,2 mia. kWh), nel secondo e nel terzo trimestre, invece, le esportazioni hanno fatto registrare un saldo di 3,1 mia. kWh (2016: 4,3 mia. kWh).

Secondo l'Amministrazione federale delle dogane (AFD), dalle fatture commerciali risultano ricavi pari a 1 544 milioni di franchi (5,06 cent./kWh) per le esportazioni di elettricità e spese pari a 1 761 milioni di franchi (4,83 cent./kWh) per le importazioni, facendo così registrare nel 2017, sempre secondo l'AFD, un saldo negativo della bilancia commerciale di 217 milioni di franchi (fonte: AFD / swissimpex; dati aggiornati al 3.4.2018).


Indirizzo cui rivolgere domande

Marianne Zünd, responsabile Media e Politica UFE, tel. 058 462 56 75 / 079 763 86 11



Pubblicato da

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-70489.html