Voto elettronico nel Cantone di Neuchâtel: sì del Consiglio federale all'autorizzazione di principio per gli anni 2018-2020

Berna, 11.04.2018 - Nella seduta dell’11 aprile 2018 il Consiglio federale ha accolto la richiesta del Cantone di Neuchâtel, che potrà dunque continuare a proporre il voto elettronico nell’ambito di scrutini federali.

L'autorizzazione del Consiglio federale è valida a cominciare dallo scrutinio del 10 giugno 2018 e ha una durata di due anni. Come previsto per ogni Cantone in cui hanno luogo votazioni per via elettronica, prima di ogni scrutinio la Cancelleria federale verificherà se i requisiti per l'impiego del voto elettronico sono ancora soddisfatti e rilascerà se del caso il relativo nulla osta.

Dal febbraio 2017 il Cantone di Neuchâtel utilizza il sistema di voto elettronico della Posta Svizzera. Tale sistema è certificato e può pertanto essere impiegato per al massimo il 50 per cento degli aventi diritto di voto di un Cantone. Tuttavia, per poter aumentare l'attuale limite del 30 per cento fino al 50 per cento, il Cantone di Neuchâtel deve ancora ultimare i lavori di certificazione di sua competenza.

Allo scrutinio del 10 giugno 2018 voteranno per via elettronica complessivamente circa 114 000 aventi diritto di voto residenti in Svizzera e circa 79 000 aventi diritto di voto residenti all'estero[1].

[1] Queste cifre si riferiscono ai residenti dei Cantoni di Basilea Città, Neuchâtel, Ginevra, San Gallo e Friburgo nonché agli Svizzeri all'estero dei Cantoni di Berna, Friburgo, Lucerna, Basilea Città, Neuchâtel, Ginevra, San Gallo a Argovia.


Indirizzo cui rivolgere domande

René Lenzin
Vicecapo della Sezione Comunicazione CaF
Tel. 058 462 54 93
rene.lenzin@bk.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-70392.html