Celebrato l'inizio dei lavori per potenziare la tratta ferroviaria Zurigo–Monaco

Berna, 23.03.2018 - Grazie al potenziamento, dalla fine del 2020 le due metropoli Zurigo e Monaco di Baviera saranno distanti tre ore e mezza di treno l'una dall'altra. Il progetto, che prevede l'ampliamento e l'elettrificazione del tratto Monaco–Lindau, è sostenuto dalla Svizzera con un mutuo rimborsabile di 50 milioni di euro. Oggi a Memmingen, in Germania, si è svolta la cerimonia di avvio dell'intervento principale in territorio tedesco.

Il potenziamento ridurrà di un'ora i tempi di viaggio tra Zurigo e Monaco permettendo l'impiego di treni ad assetto variabile ETR 610 delle FFS in grado di circolare a 160 km/h nel tratto Monaco–Lindau. L'operazione, del costo di 440 milioni di euro, è finanziata dalla Repubblica federale di Germania, dallo Stato libero di Baviera e dalla Deutsche Bahn. La Confederazione partecipa con un mutuo rimborsabile di 50 milioni di euro, finanziati mediante il programma di raccordo della Svizzera alla rete europea ad alta capacità. 
I lavori riguarderanno nello specifico il tratto, di 155 km, tra Geltendorf e Lindau, che sarà elettrificato, reso agibile per convogli ad assetto variabile e dotato di sistemi moderni per il controllo della marcia dei treni. È inoltre prevista la costruzione di una nuova stazione a Lindau–Reutin, che consentirà di evitare quella situata sull'isola, la ristrutturazione di altre stazioni e di passaggi a livello, la sostituzione di apparati centrali, nonché la realizzazione di misure per proteggere i residenti dal rumore ferroviario.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-70208.html