Il Consiglio federale riconosce il potenziale culturale dei videogiochi

Berna, 21.03.2018 - Nella sua seduta del 21 marzo 2018, il Consiglio federale ha adottato il rapporto «I videogiochi. Un settore emergente della creazione culturale», che traccia un quadro della creazione di videogiochi in Svizzera e propone una serie di misure per istituzionalizzare e migliorare il sostegno a questo settore culturale innovativo e trasversale.

Nel suo rapporto, il Consiglio federale analizza il potenziale culturale del settore dei videogiochi in Svizzera e il ruolo delle istituzioni che sostengono la cultura nello sviluppo di questo potenziale. I videogiochi sono oggetti culturali digitali e vettori di nuove forme di creatività e sviluppo tecnologico. La loro produzione presenta un grande potenziale, sia per la cultura, sia per l'economia e l'innovazione. Per sostenere i videogiochi in tutte le loro dimensioni, il Consiglio federale propone misure finalizzate a migliorare e istituzionalizzare lo sviluppo qualitativo e quantitativo del settore in Svizzera. In futuro dovranno essere rafforzate le competenze dei creatori, che andranno integrati nell'industria, e valorizzate e divulgate le specificità di un sostegno settoriale.

Il rapporto è stato elaborato in adempimento del postulato 15.3114 depositato il 12 marzo 2015 dall'allora consigliera nazionale Jacqueline Fehr, che chiedeva al Consiglio federale di elaborare un rapporto sul potenziale dell'industria dei videogiochi in Svizzera per la cultura, la scienza e l'economia, considerato il suo recente sviluppo. Nel suo parere, il Governo si era dichiarato disposto a elaborare il rapporto richiesto, ma focalizzandosi sui punti salienti della sua politica culturale attuata dal 2010, nel settore dei videogiochi, dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia.


Indirizzo cui rivolgere domande

Peter Lauener, Servizio d’informazione DFI
+41 (0)79 650 12 34, media@gs-edi.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-70175.html