Istituti di ricerca e imprese possono accedere all’iniziativa di promozione europea ECSEL

Berna, 09.03.2018 - Il 9 marzo 2018 il Consiglio federale ha adottato l’accordo sulla partecipazione alla Joint Technology Initiative Electronic Components and Systems for European Leadership (JTI ECSEL). Con questa iniziativa di promozione europea vengono sostenuti progetti di ricerca e sviluppo orientati al mercato a livello transfrontaliero nel campo della digitalizzazione, in particolare nei settori della micro e nanoelettronica, dell’integrazione di sistemi e dei sistemi intelligenti. I costi di ricerca e sviluppo legati ai progetti vengono indennizzati dall’UE e dalla Svizzera nella misura seguente: 70% per gli istituti di ricerca, 50−60% per le PMI e 30−35% per le grandi imprese.

Il programma ECSEL è aperto a tutti gli Stati membri dell’Unione europea e agli Stati associati ai programmi europei di ricerca e innovazione (Orizzonte 2020). Nel periodo 2014−2020 sono previsti progetti per un volume di 4 miliardi di euro, finanziati dal budget di Orizzonte 2020 con un importo di 1,18 miliardi di euro e con altrettanti fondi dai Paesi partecipanti. Al finanziamento contribuisce anche l’industria con prestazioni proprie.

Le associazioni dell’industria che aderiscono all’organizzazione ECSEL decidono in merito all’agenda di ricerca. I Paesi coinvolti possono partecipare alla definizione della strategia, alla valutazione centrale e all’assegnazione dei fondi. I bandi di concorso annuali si svolgono nel quadro della componente di programma di Orizzonte 2020 «Industrial Leadership» e sono organizzati e valutati a livello centrale. A beneficiare dell’iniziativa saranno soprattutto le piccole e medie imprese (PMI) e gli istituti di ricerca.

L’associazione della Svizzera a Orizzonte 2020, avvenuta nel 2017, ha reso possibile sul piano legale la sua partecipazione all’organizzazione responsabile ECSEL. Il Parlamento federale ha stanziato i fondi per la partecipazione della Svizzera già nel 2016 nel quadro del messaggio concernente il promovimento dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione (ERI) negli anni 2017–2020. In Svizzera l’iniziativa è attuata dall’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione (Innosuisse) e dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione.

Con la firma dell’accordo la Svizzera si impegna a prendere parte alla promozione di progetti secondo le norme del programma ECSEL definite d’intesa con gli Stati membri e a mettere a disposizione a tale scopo un budget per i partner di progetto svizzeri. Gli attori svizzeri possono già partecipare al bando ECSEL per il 2018. Indicazioni dettagliate sulle regole di partecipazione sono disponibili su www.sbfi.admin.ch e www.ecsel.eu.


Indirizzo cui rivolgere domande

Roland Bühler,
responsabile di progetto unità Programmi di ricerca e innovazione,
Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione,
tel. +41 58 464 71 41,
roland.buehler@sbfi.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-70047.html