Creati i presupposti per l’istituzione di parchi nazionali transfrontalieri

Berna, 21.02.2018 - Il 21 febbraio 2018 il Consiglio federale ha approvato un accordo con l’Italia come pure la revisione dell’ordinanza sui parchi (OPar). Entrambi gli affari costituiscono basi formali per l’istituzione di un nuovo parco nazionale. La decisione sull’istituzione di un parco nazionale in Ticino spetta alla popolazione locale, che si esprimerà in votazione popolare.

Nel Cantone Ticino, otto Comuni stanno pianificando un nuovo parco nazionale secondo la legge federale sulla protezione della natura e del paesaggio (LPN). Il territorio del progetto comprende dal punto di vista dello spazio naturale e culturale la Valle dei Bagni, sita in territorio italiano. Una parte del progetto si troverebbe quindi in Italia. Il 21 febbraio 2018 il Consiglio federale ha approvato un accordo internazionale che disciplina la futura collaborazione transfrontaliera. L’accordo entrerà in vigore a condizione che i Comuni ticinesi interessati accettino il nuovo parco nazionale in votazione popolare e che la Confederazione possa conferire al parco il marchio Parco d’importanza nazionale.

Sempre nella sua seduta del 21 febbraio 2018, il Consiglio federale ha modificato l’OPar. In tal modo ha creato a livello giuridico la possibilità di istituire parchi nazionali transfrontalieri. I requisiti per il conferimento del marchio Parco restano immutati.

Con queste decisioni del Consiglio federale sono creati tutti i presupposti nell’ambito di competenza della Confederazione, affinché la popolazione locale possa esprimersi con cognizione di causa sul progetto di Parco nazionale del Locarnese.

Parchi in Svizzera

La Confederazione riconosce il potenziale del progetto di Parco nazionale del Locarnese. Su richiesta del Cantone Ticino e dell’ente promotore del parco, sostiene questo progetto dal 2011 in termini di consulenza e mediante aiuti finanziari. Il progetto è stato sviluppato nel quadro di una collaborazione costruttiva tra l’ente promotore, composto dagli otto Comuni e dai patriziati, il Cantone Ticino e la Confederazione. La politica dei parchi della Svizzera poggia sui principi secondo cui un parco deve essere avviato su iniziativa regionale e in seguito approvato dalla popolazione locale. La Confederazione promuove i parchi d’importanza nazionale con aiuti finanziari, il conferimento del marchio Parco e la possibilità di certificare i prodotti dei parchi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media, UFAM, tel. +41 58 462 90 00



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-69858.html