Convenzione di Macolin: il Consiglio federale rafforza la lotta contro la manipolazione delle competizioni sportive

Berna, 31.01.2018 - Il Consiglio federale intende rafforzare la collaborazione internazionale contro la manipolazione nel quadro delle scommesse sportive. La Svizzera ratificherà quindi la convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive (convenzione di Macolin). Nella sua seduta del 31 gennaio 2018 il Consiglio federale ha adottato il relativo messaggio all’attenzione del Parlamento.

La corruzione e la manipolazione delle competizioni sono arrivate a rappresentare un grande rischio per lo sport. Nella maggior parte dei casi tali accordi hanno lo scopo di ottenere vincite illegali. A causa del rapido incremento su scala mondiale delle scommesse sportive legali e illegali, lo sport non è in grado di affrontare da solo questa problematica e richiede l’aiuto delle istituzioni statali. Il Consiglio d’Europa ha quindi elaborato una Convenzione vincolante che è stata aperta alla firma il 18 settembre 2014 in occasione della 13° Conferenza dei ministri dello sport tenuta a Macolin. Entrerà in vigore dopo la ratifica da parte di cinque Stati. Sinora la Convenzione è stata ratificata da Norvegia, Portogallo e Ucraina. Complessivamente è stata firmata da ulteriori 29 Stati.

Norme penali e assistenza giudiziaria reciproca

La Convezione di Macolin obbliga gli Stati a definire, tra l’altro, norme penali efficaci e a rafforzare la collaborazione e l’assistenza giudiziaria reciproca in materia di lotta controllo la manipolazione delle competizioni. Fornisce inoltre raccomandazioni concernenti l’atteggiamento da adottare con gli organizzatori di scommesse sportive e i provvedimenti che devono essere applicati dalle organizzazioni sportive.

La Svizzera ha già firmato la Convenzione. Nel suo messaggio all’attenzione del Parlamento il Consiglio federale illustra come la Convenzione può essere ratificata e attuata in Svizzera.

Applicazione nel quadro della legge federale sui giochi in denaro

Le disposizioni di legge necessarie sono già state emanate in relazione con la nuova legge federale sui giochi in denaro approvata dal Parlamento il 29 settembre 2017. In tale contesto è stata istituita una disposizione penale che punisce gli accordi sullo svolgimento di competizioni sportive, nella misura in cui è possibile concludere scommesse sportive su tali competizioni sportive. Poiché contro la legge federale sui giochi in denaro è stato lanciato un referendum, una successiva ratifica della convenzione dipende dall'esito di quest'ultimo. Il Consiglio federale ha tuttavia già adottato il messaggio affinché la Convenzione di Macolin possa essere ratificata senza indugio in caso di accettazione della legge federale sui giochi in denaro. Il messaggio è trasmesso ora al Parlamento.


Indirizzo cui rivolgere domande

Lorenz Frischknecht
Portavoce del DDPS
+41 58 484 26 17



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Ufficio federale dello sport
http://www.baspo.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-69656.html