Creare condizioni quadro favorevoli per gli investimenti svizzeri all’estero

Berna, 10.01.2018 - Il 10 gennaio 2018 il Consiglio federale ha adottato il rapporto sulla politica economica esterna 2017. Il rapporto sottolinea l’importanza crescente degli investimenti internazionali e degli accordi di promozione e protezione reciproca degli investimenti e fornisce un resoconto su altri importanti sviluppi di politica economica esterna.

La Svizzera è uno dei dieci principali esportatori di capitali al mondo e come tale deve poter contare su condizioni quadro favorevoli agli investimenti all’estero. Gli accordi di promozione e protezione reciproca degli investimenti (APPI) svolgono in tal senso un ruolo fondamentale, offrendo agli investitori una maggiore certezza del diritto. Oltre che sull’utilità di questi accordi, il rapporto si sofferma anche su alcuni punti critici e sulla necessità di riforme, come il miglioramento della trasparenza delle procedure di arbitrato o la precisazione delle norme di protezione. Negli ultimi anni la Svizzera ha sviluppato di conseguenza la sua prassi in materia di APPI, inoltre si adopera sul piano multilaterale per l’attuazione di riforme con l’adozione di soluzioni ampiamente condivise.

Al di là del capitolo introduttivo, il rapporto fornisce una panoramica dei principali sviluppi e attività di politica economica esterna del 2017. Anche nell’anno appena trascorso il Consiglio federale si è impegnato a favore del mantenimento e dello sviluppo del reciproco accesso al mercato con l’UE. Tra le altre cose, è stato posto in vigore l’aggiornamento dell’Accordo sul reciproco riconoscimento in materia di valutazione della conformità («Mutual Recognition Agreement», MRA), particolarmente importante per l’industria svizzera. Le relazioni esistenti con il Regno Unito, finora basate principalmente sugli accordi bilaterali Svizzera-UE, dovranno essere garantite e se possibile estese dopo la prevista uscita del Paese dall’UE. Al di fuori dell’Europa il Consiglio federale prosegue il suo operato per ampliare la rete di accordi di libero scambio.

Il compendio e il capitolo introduttivo del rapporto sono pubblicati su Internet anche in inglese.


Indirizzo cui rivolgere domande

Christian Etter, ambasciatore, delegato del Consiglio federale agli accordi commerciali, Direzione economia esterna, SECO,
tel. 058 464 08 62

Roger Gschwend, capo del settore Diritto economico internazionale, Direzione economia esterna, SECO,
tel. 058 465 39 75



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-69448.html