Sicurezza di approvvigionamento garantita a breve termine a determinate condizioni

Berna, 17.11.2017 - Losanna, 17 novembre 2017 – La sicurezza di approvvigionamento è garantita a breve-medio termine, tuttavia il mercato deve essere favorevole e tutti gli operatori devono assolvere i propri compiti. Questo, in sintesi, è quanto comunicato dalla Commissione federale dell'energia elettrica (ElCom) ai circa 300 presenti al Forum ElCom 2017 tenutosi oggi al Centre de Congrès Beaulieu di Losanna. Al centro dei dibattiti del Forum, la sicurezza di approvvigionamento in vista dell'attuazione della Strategia energetica 2050.

Quella odierna è stata l'ottava edizione del Forum ElCom. Al Centre de Congrès Beaulieu di Losanna, eminenti relatori hanno discusso davanti a un pubblico di circa 300 specialisti.

La sicurezza di approvvigionamento necessita di discussioni approfondite

Quest’anno il Forum è stato aperto dalla Consigliera di Stato vodese Jacqueline de Quattro, che ha tenuto un discorso di benvenuto. In seguito, Laurianne Altwegg, membro della ElCom, ha presentato una valutazione della situazione attuale del regolatore nonché i risultati dello studio Adequacy 2020, condotto da Swissgrid su incarico della ElCom. Sulla base di questi risultati, la ElCom è giunta alla conclusione che attualmente non c’è necessità di proporre al Consiglio federale misure ai sensi dell'articolo 9 della legge sull'approvvigionamento elettrico, dal momento che, fino al 2020, la sicurezza di approvvigionamento è ritenuta uno scenario probabile. Tutto ciò a condizione che il mercato sia favorevole, che i Paesi confinanti possano e vogliano esportare e che vengano adottate misure secondo il diritto vigente. In questo contesto, Altwegg rimanda ai progressi urgenti da compiere, ad esempio per quel che concerne l'energia di dispacciamento.

Nella sua relazione, Hans-Kaspar Scherrer di Swisspower solleva questioni in merito alla futura rete di distribuzione e illustra come la digitalizzazione, la produzione decentralizzata e lo stoccaggio avanzato cambieranno la vita dei gestori della rete di distribuzione.

Per Yves Zumwald, CEO di Swissgrid, i gestori svizzeri del sistema di trasmissione assieme agli altri operatori del settore vanno intesi come enabler della svolta energetica. Per far sì che la svolta abbia successo, occorrono condizioni quadro politiche appropriate per la modernizzazione e l’ampliamento della rete di trasporto e la volontà congiunta di popolazione, autorità e mondo politico.

Alla tavola rotonda condotta da Matthias Finger, membro della ElCom, hanno preso parte, oltre a Laurianne Altwegg, Hans-Kaspar Scherrer e Yves Zumwald, anche Benoît Revaz, Direttore dell'Ufficio federale dell'energia (UFE), David Brunner, capo Division Core Market Trading dell'AXPO e Jörg Solèr, capo della sede Lonza di Visp.

Il direttore dell'UFE Benoît Revaz ha poi presentato i risultati dello studio sul System Adequacy, spiegando i prossimi lavori da svolgere per l'assetto del mercato dell'elettricità dopo il 2020. Revaz ha aggiunto che, stando ai risultati emersi dallo studio, la sicurezza di approvvigionamento della Svizzera è garantita anche a medio-lungo termine. La situazione dell'approvvigionamento dipende tuttavia in maniera essenziale dall'integrazione nei mercati dell'elettricità circostanti. 

Per il professore del Politecnico federale di Losanna Mario Paolone è evidente che, in un prossimo futuro, le centrali elettriche moderne e le reti conosceranno cambiamenti significativi. Le sfide si pongono in particolare per quanto riguarda i tempi del progresso tecnico.

Il Forum 2017 della ElCom si è concluso con una relazione del professore del MIT, Carlo Ratti, che ha fornito ai presenti una panoramica sul futuro delle città moderne, connected e senseable cities.

Cresce ancora il numero di grandi consumatori sul libero mercato

Tradizionalmente, in occasione del Forum ElCom viene comunicato il tasso di cambiamento di fornitore per il nuovo anno: per il 2018 la quota di grandi consumatori che accedono al libero mercato cresce ulteriormente. Concretamente ciò significa che, per il prossimo anno, il 66 per cento dei grandi consumatori usufruisce del proprio diritto di scegliere liberamente il fornitore di energia elettrica. Essi consumano complessivamente il 80 per cento dell'energia consumata dai grandi consumatori. Mentre nei primi due anni di apertura del mercato solo pochi grandi consumatori avevano approfittato della liberalizzazione, a partire dal terzo anno il trend verso l'accesso al libero mercato è andato costantemente rafforzandosi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Carlo Schmid-Sutter, Presidente, tel. 079 585 15 85
Renato Tami, Direttore, tel. 079 763 87 28
Simon Witschi, Media e Comunicazione, tel. 079 246 47 42

Commissione federale dell'energia elettrica ElCom
3003 Berna
Tel. +41 58 462 58 33
Fax +41 58 462 02 22
E-Mail: info@elcom.admin.ch
www.elcom.admin.ch


Pubblicato da

Commissione federale dell’energia elettrica


Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68844.html