Il Consiglio federale sostiene in linea di massima la Porta Alpina a Sedrun - previ accertamenti di pianificazione del territorio

Berna, 29.06.2005 - Il Consiglio federale sostiene in linea di massima „Porta Alpina“ a Sedrun, per motivi di politica regionale e di ordinamento territoriale. Prima di prendere però una decisione definitiva in merito agli investimenti preliminari, il Canton Grigioni deve precisare le possibilità di sviluppo regionali a livello di pianificazione del territorio. Dal progetto “Porta Alpina“ non deve approfittare solo la regione Surselva, ma anche tutta l’area Oberalp-San Gottardo-Furka, nel rispetto dei principi dello sviluppo sostenibile.

A seguito di diversi interventi parlamentari, il Consiglio federale è stato incaricato di esaminare la fattibilità di una stazione ferroviaria sotterranea nella galleria di base del San Gottardo con raccordo a Surselva. La prevista stazione di emergenza (stazione multifunzionale) dovrebbe essere trasformata in una stazione permanente per i viaggiatori. Diversi studi hanno evidenziato che una simile stazione „Porta Alpina“, con l’ampliamento dell’accesso alla galleria della NFTA in territorio di Sedrun, risulta in linea di massima fattibile sul piano costruttivo ed operativo. I costi supplementari sono stimanti intorno ai 50 milioni di franchi. Impulsi positivi

Con „Porta Alpina“ il tempo di viaggio con i mezzi di trasporto pubblici, dagli agglomerati di Zurigo, Lucerna, Lugano e Milano a Sedrun, si riduce di circa la metà. In questo modo, si migliora l’accessibilità al potenziale economico e turistico esistente nell’area Disentis-Sedrun. Il progetto ha effetti positivi a livello regionale. Per il Consiglio federale risulta fondamentale l’importanza del progetto a livello regionale e per la politica dell’ordinamento del territorio. Il Governo sostiene il progetto soprattutto perché – da un punto di vista dell’economia regionale – offre impulsi positivi alla regione e rafforza il sistema regionale di produzione e di creazione di valore aggiunto. Con appropriate misure di accompagnamento, possono essere sostenuti anche gli obiettivi di uno sviluppo territoriale sostenibile, come per esempio il potenziamento del centro turistico Disentis/Mustér-Sedrun.

Sulla base dello scadenzario dei lavori di costruzione attualmente in corso nel tratto di Sedrun lungo la galleria di base del San Gottardo, nel 2006 sono già necessari i primi investimenti. Si tratta di quattro locali d’attesa che devono essere scavati prossimamente durante i lavori a Sedrun. Un ritardo della loro costruzione comporterebbe massicci costi supplementari. Gli investimenti preliminari si situano tra i 10 e i 15 milioni di franchi circa. Il Consiglio federale ha reso noto oggi la sua disponibilità, in linea di massima, a partecipare al finanziamento del progetto. Prima di prendere una decisione definitiva, il Canton Grigioni deve precisare le possibilità di sviluppo regionali a livello di pianificazione del territorio. Benefici a largo raggio

Il Consiglio federale pone diverse condizioni per il cofinanziamento federale dei successivi investimenti principali. I benefici del progetto „Porta Alpina“ devono ricadere su un’area la più estesa possibile. Oltre alla Surselva devono poter approfittare anche le zone Oberalp-Furka, l’Urserental e l’Alta Leventina. Sotto la direzione del Canton Grigioni, per questo maggiore bacino di utenza nell’area del San Gottardo deve essere elaborata una strategia convincente nell’ambito della pianificazione del territorio che evidenzi come i miglioramenti connessi all’accessibilità possano agevolare a lungo termine i settori chiave e i poli di crescita regionali, secondo i principi alla base dello sviluppo sostenibile.

Con un modesto investimento supplementare rispetto ai costi globali, i benefici diretti per la politica regionale della NFTA possono essere migliorati sensibilmente, a vantaggio di una grande regione periferica con difficoltà economiche.




Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-688.html