Imposta sul valore aggiunto: il Consiglio federale pone in vigore le nuove disposizioni al 1° gennaio 2018

Berna, 08.11.2017 - Le modifiche dell’aliquota in ambito di imposta sul valore aggiunto (IVA) vengono attuate a livello tecnico il 1° gennaio 2018 tramite ordinanza. In occasione della sua seduta del 8 novembre 2017 il Consiglio federale ha decretato l’entrata in vigore di una nuova ordinanza e di una modifica di ordinanza al 1° gennaio 2018.

Al passaggio dell’anno lo 0,4 % dell’IVA a favore dell’assicurazione invalidità decadrà e sull’imposta saranno invece riscossi 0,1 punti percentuali a favore dell’infrastruttura ferroviaria (FAIF). Per l’attuazione tecnica di queste modifiche il Consiglio federale ha approvato una nuova ordinanza e una modifica di ordinanza.

Da un lato, tramite l’ordinanza sull’aumento temporaneo delle aliquote dell’imposta sul valore aggiunto per finanziare l’ampliamento dell’infrastruttura ferroviaria il Consiglio federale traspone le nuove aliquote d’imposta nella legge sull’IVA e adegua i limiti dell’aliquota saldo e la deduzione forfettaria dell’imposta precedente in caso di acquisto di prodotti naturali. Dall’altro adegua l’ordinanza sulla procedura di versamento al fondo di compensazione dell’AVS della quota delle entrate dell’imposta sul valore aggiunto destinata all’AVS.

Dal 1° gennaio 2018 le aliquote dell’imposta sul valore aggiunto ammonteranno al 7,7 per cento (aliquota normale), 3,7 per cento (aliquota speciale per il settore alberghiero) e 2,5 per cento (aliquota ridotta). Al riguardo sono state fornite informazioni dettagliate già a fine settembre.


Indirizzo cui rivolgere domande

Patrick Teuscher, capo della Comunicazione, Amministrazione federale delle contribuzioni AFC
Tel. +41 58 464 90 00, media@estv.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68707.html