Assicurazioni sociali: il Consiglio federale accoglie favorevolmente la proposta sulla lotta agli abusi

Berna, 01.11.2017 - Nel diritto delle assicurazioni sociali va creata una base legale che permetta a tutte le assicurazioni sociali di svolgere osservazioni in caso di sospetto di riscossione indebita di prestazioni. Nella sua seduta del 1° novembre 2017, il Consiglio federale ha adottato il proprio parere sul progetto di legge della competente commissione del Consiglio degli Stati. Ritenendo importante lottare efficacemente contro gli abusi, l’Esecutivo sostiene in gran parte questo progetto, ma è contrario all’impiego di localizzatori GPS.

Secondo alcune sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo e del Tribunale federale svizzero, nel diritto svizzero delle assicurazioni sociali manca una base legale sufficiente per lo svolgimento di osservazioni in caso di sospetto di riscossione indebita di prestazioni. Per colmare questa lacuna, la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati (CSSS-S) ha pertanto sottoposto al Consiglio federale, tramite un’iniziativa parlamentare (16.479), un progetto per un nuovo articolo della legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA).

Consiglio federale un po’ più cauto della Commissione

Il Consiglio federale condivide il parere della Commissione che la pertinente base legale vada approvata al più presto, al fine di poter riprendere a svolgere osservazioni in caso di sospetto di abusi assicurativi. A suo avviso è importante che si possano garantire le prestazioni ai beneficiari onesti e che gli abusi vengano alla luce. L’Esecutivo sostiene in gran parte quanto proposto dalla Commissione, ma, per garantire la protezione della personalità e la proporzionalità dell’ingerenza nella sfera privata, approva soltanto l’impiego di registrazioni su supporto visivo e di registrazioni sonore, respingendo invece l’impiego di strumenti tecnici di localizzazione (GPS). Il Consiglio federale ritiene che per impiegare tali localizzatori occorrerebbe l’approvazione preliminare di un giudice in ogni singolo caso.

Il progetto di legge della Commissione del Consiglio degli Stati prevede al massimo 30 giorni di osservazione nell’arco di sei mesi, con una possibilità di proroga a tempo indeterminato, se sussistono motivi sufficienti. Il Consiglio federale è invece del parere che anche in presenza di una proroga sufficientemente motivata della durata dell’osservazione vada limitato il lasso di tempo in cui questa si svolge, affinché l’ingerenza nella sfera privata non diventi sproporzionata. Per questa ragione, si esprime a favore della possibilità di prorogare la durata dell’osservazione di al massimo sei mesi in casi motivati, fermo restando il limite complessivo di 30 giorni. Secondo la Corte europea dei diritti dell’uomo, la durata massima dell’osservazione deve essere disciplinata chiaramente.

Regolamentazione esplicita di aspetti procedurali importanti

Per il resto, il Consiglio federale è sostanzialmente favorevole alle proposte della maggioranza della Commissione. La nuova base legale nella LPGA disciplina quindi in particolare i luoghi in cui si possono svolgere le osservazioni, le condizioni per poterle commissionare a specialisti esterni e per impiegare il materiale di terzi relativo all’osservazione nonché le modalità e i tempi per l’informazione delle persone interessate in merito all’osservazione in questione. Il nuovo articolo regolamenta anche la distruzione del materiale relativo all’osservazione, se non è stata comprovata alcuna riscossione indebita di prestazioni, e la consultazione di tale materiale.

Il Consiglio federale è fondamentalmente del parere che sia molto importante garantire la protezione della sfera privata degli assicurati, tenendo conto dei principi dello Stato di diritto come in altre leggi, quali ad esempio il Codice di procedura penale (CPP).


Indirizzo cui rivolgere domande

Isabelle Rogg, capo del Settore Diritto
Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Tel. +41 58 463 22 05
isabelle.rogg@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68580.html