Presidenza svizzera per la rete francofona dei regolatori dei media

Biel/Bienne, 26.10.2017 - Al termine della quinta conferenza della rete francofona dei regolatori dei Media (Réseau Francophone des Régulateurs des Médias [REFRAM]), all'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) è stata conferita la presidenza della Rete per i prossimi due anni. La Conferenza, tenutasi del 24 al 25 ottobre 2017 a Ginevra, ha riunito 69 rappresentanti di 22 autorità francofone di regolamentazione dei media. Organizzata dall'UFCOM con il supporto dell'organizzazione internazionale delle realtà francofone (Organisation internationale de la Francophonie [OIF]), la manifestazione è stata un'occasione di scambio sulla tematica della qualità nel settore dei media, ma anche sulla formazione dei giornalisti e sull'attività di regolamentazione.

La tematica della qualità ha dominato la quinta edizione della conferenza dei presidenti della REFRAM, che segna il decennale d'esistenza dell'istituzione. Il secondo tema centrale della Conferenza è stato lo scambio di esperienze e l'interazione fra i membri della Rete nel contesto delle diverse sessioni e dei laboratori.

Al termine del mandato di Ibrahim Sy Savané, presidente dell'autorità che sovraintende la comunicazione audiovisiva in Costa d'Avorio (Haute Autorité de la Communication Audiovisuelle de la Côte d'Ivoire), la REFRAM ha conferito per un biennio la guida della Rete a Philipp Metzger, direttore dell'UFCOM. La vice-presidenza della REFRAM sarà detenuta da Nouri Lajmi, presidente dell'autorità che sovraintende la comunicazione audiovisiva in Tunisia (Haute Autorité Indépendante de la Communication Audiovisuelle de Tunisie). La nuova squadra operativa ha assunto l'impegno di attuare la tabella di marcia per i prossimi due anni approvata dalle istituzioni appartenenti alla REFRAM. Tra i punti cardine di questo programma figura in particolare uno studio comparativo delle diverse definizioni di mandato di servizio pubblico nei 27 Stati francofoni rappresentati in seno alla REFRAM. Quest'analisi fungerà da base per avviare la riflessione sul modo in cui le autorità di vigilanza verificano l'adempimento dei mandati di servizio pubblico.

La REFRAM intende inoltre concentrarsi sui media audiovisivi locali. Questi fondamentali vettori d'informazione locale denotano spesso una certa fragilità finanziaria e a livello organizzativo. Stilando un catalogo dei principali punti di forza e dei problemi rilevati dalle istituzioni appartenenti alla Rete, sarà possibile avviare una riflessione condivisa sulla questione ma anche cercare metodi per sostenere questi media nella loro ricerca di qualità e di fondi.

Il portale web della REFRAM sarà completamente rivisitato in modo da consentire ai membri della Rete, d'ora in avanti, di condividere a distanza le proprie conoscenze, diventando così un vero e proprio spazio di collaborazione su Internet. In breve tempo, lo sviluppo di un metodo di consulenza fondato sulle conoscenze e l'esperienza delle persone che operano a livello paritario nel settore della regolamentazione audiovisiva dovrebbe inoltre sfociare nella creazione di uno strumento a disposizione delle istituzioni che desiderano migliorare la qualità dei propri servizi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale delle comunicazioni UFCOM
Servizio stampa, +41 58 460 55 50, media@bakom.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale delle comunicazioni
http://www.ufcom.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68552.html