Asilo: statistiche del terzo trimestre 2017

Berna-Wabern, 19.10.2017 - Nel terzo trimestre 2017 sono state depositate in Svizzera 4793 domande d’asilo, ovvero circa il 33 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A settembre 2017 sono state registrate 1409 domande, il che corrisponde a una diminuzione di più di un terzo rispetto al mese di settembre 2016.

Tra l’inizio di gennaio e la fine di settembre 2017, sono state depositate in Svizzera 13 916 domande d’asilo. Questo è il valore più basso registrato nei primi nove mesi dal 2010 (11 170). Questa evoluzione è riconducibile alla netta diminuzione del flusso migratorio attraverso il Mediterraneo centrale da metà luglio e al fatto che i migranti in arrivo in Europa occidentale non scelgono in prima linea la Svizzera come Paese di destinazione.

A settembre, i principali Paesi di provenienza dei richiedenti l’asilo giunti in Svizzera sono stati l’Eritrea (259 domande; −1), la Siria (113 domande; −12), l’Afghanistan (96 domande; −6), lo Sri Lanka (72 domande; −13) e la Somalia (70 domande; −48).

Nello stesso mese, la Segreteria di Stato della migrazione ha evaso in prima istanza 2142 domande d’asilo: 536 con decisione di non entrata nel merito (di cui 512 in virtù dell’Accordo di Dublino), 598 con la concessione dell’asilo e 623 con l’ammissione provvisoria. Il numero dei casi in sospeso in prima istanza è diminuito di 582 unità rispetto al mese precedente attestandosi a 22 423.

Sempre in settembre, 591 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità o sono state rimpatriate. Il nostro Paese ha chiesto ad altri Stati aderenti alla Convenzione di Dublino di prendere in carico 679 richiedenti l’asilo, e 181 persone sono state trasferite nello Stato competente. Dal canto suo la Svizzera ha ricevuto 555 domande di presa in carico presentate da altri Stati aderenti alla Convenzione di Dublino, e 77 persone sono state trasferite nel nostro Paese.

Programmi di reinsediamento e ricollocazione

Nel quadro del programma di reinsediamento dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (ACNUR), nel corso del mese di settembre sono arrivate in Svizzera 49 persone. Nel dicembre 2016 il Consiglio federale ha deciso di ammettere, sull’arco di due anni, un nuovo contingente di 2000 vittime del conflitto siriano. A fine settembre 2017 sono state accolte in Svizzera 377 persone. Questo programma si rivolge a persone particolarmente vulnerabili cui l’ACNUR ha riconosciuto lo statuto di rifugiati e che si trovano in Siria e nei Paesi vicini.

Per quanto riguarda il programma di ricollocazione dell’UE, nel corso del mese di settembre sono giunte in Svizzera 179 persone provenienti dalla Grecia o dall’Italia. Dall’inizio del programma, nel settembre 2015, il nostro Paese ha accolto 1301 persone. La ricollocazione consiste nel trasferire in un altro Stato europeo richiedenti l’asilo già registrati in Italia o in Grecia, due Paesi aderenti alla Convenzione di Dublino chiamati a gestire un numero elevato di domande alla frontiera esterna dello spazio Schengen.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione e comunicazione SEM, T +41 58 465 78 44



Pubblicato da

Segreteria di Stato della migrazione
https://www.sem.admin.ch/sem/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68473.html