Meno oneri amministrativi per gli impianti a fune

Berna, 11.10.2017 - Nella seduta dell'11 ottobre 2017 il Consiglio federale ha deciso di prolungare la durata della concessione per impianti di trasporto a fune da 25 a 40 anni. Inoltre, in futuro le modifiche di minore entità apportate a tali impianti non saranno più soggette ad approvazione. La Confederazione rinuncerà altresì al riconoscimento delle persone chiamate a svolgere funzioni specialistiche, quali ad esempio quella di capotecnico. Queste misure consentiranno alle imprese di trasporto a fune e alla Confederazione di ridurre il proprio onere amministrativo senza compromettere la sicurezza.

L'attuazione delle modifiche decise dal Consiglio federale implica l'adeguamento dell'ordinanza sugli impianti a fune; nel contempo il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) ha adeguato l'ordinanza sulle funi. Le novità introdotte ridurranno l’onere amministrativo per le imprese di trasporto a fune, senza compromettere la sicurezza: i requisiti materiali in materia di sicurezza degli impianti non saranno infatti meno elevati nonostante il prolungamento della durata della concessione e la rinuncia al riconoscimento dei capitecnici da parte della Confederazione. Anche l'onere per il personale dell'amministrazione federale diminuirà. Le modifiche delle due ordinanze entreranno in vigore il 1° gennaio 2018.

Tali misure fanno parte del programma di stabilizzazione 2017–2019 della Confederazione; contestualmente si è proceduto ai necessari adeguamenti per tenere conto del nuovo regolamento sugli impianti a fune dell'UE, in vigore dal 20 aprile 2016.

Già all'inizio del 2017 l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) e la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) avevano adottato una serie di misure per sgravare sul piano amministrativo, nell'ambito del quadro giuridico vigente, le imprese di trasporto a fune. Tra queste misure figurano esami preliminari più estesi degli incarti per opere edili, formazioni per i capi progetto, procedure e ausili elettronici come pure chiarimenti sull'impiego delle norme.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti, Settore Informazione
Tel. +41 58 462 36 43, presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68367.html