La Convenzione di Minamata avrà sede a Ginevra

Berna, 30.09.2017 - I circa 150 Stati riuniti a Ginevra per la prima Conferenza delle Parti della Convenzione di Minamata sul mercurio (COP1) hanno deciso il 30 settembre 2017 di basare questa convenzione a Ginevra. «La scelta di Ginevra come sede del Segretariato della Convenzione di Minamata rafforzerà questa città come centro della governance mondiale nel settore ambientale», ha affermato con soddisfazione Marc Chardonnens, presidente della COP e direttore dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM).

L'attribuzione del Segretariato della Convenzione di Minamata a Ginevra è un segno di riconoscenza nei confronti della Svizzera per il suo impegno a favore di un accordo sul mercurio e di Ginevra in quanto polo per le questioni ambientali. L'accordo, promosso da Svizzera e Norvegia, è stato finalizzato a Ginevra nel 2013. La Svizzera manterrà il suo impegno a favore della Convenzione di Minamata stanziando, in quanto Paese ospite, un contributo annuo pari a un milione di franchi.

L'attuazione può essere avviata

Nel trarre un bilancio della conferenza che si è conclusa il 30 settembre a Ginevra, Marc Chardonnens ha osservato che le decisioni adottate consentiranno agli Stati di avviare le misure di attuazione a livello nazionale. «La realizzazione delle misure di riduzione delle emissioni di mercurio, pericolose per la salute e l'ambiente, può avere inizio», ha affermato.

Nel corso della conferenza sono state approvate diverse direttive, in particolare per disciplinare il settore delle piccole miniere d'oro a estrazione artigianale e ridurre le emissioni di mercurio in tal ambito. D'ora in poi, gli Stati disporranno di un aiuto per meglio gestire il settore grigio costituito da tali miniere e per applicare le migliori tecniche a disposizione. Una seconda direttiva precisa come ridurre le emissioni di mercurio nell'atmosfera emanate dalle centrali termiche a carbone, dagli impianti di incenerimento o dai cementifici. Sono infine stati avviati lavori per valutare l'efficacia della Convenzione, ciò che dovrebbe contribuire anche a migliorarne l'attuazione a livello nazionale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media
Telefono: +41 58 462 90 00
E-mail: mediendienst@bafu.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68290.html