Esercitazione d’emergenza generale 2017 presso la centrale nucleare di Mühleberg

Berna, 21.09.2017 - Dal 26 al 28 settembre verrà testata, sotto la direzione dell’Ufficio federale della protezione della popolazione UFPP, la protezione d’emergenza della centrale nucleare di Mühleberg nell’ambito dell’esercitazione d’emergenza generale 2017. All’esercitazione parteciperanno anche gli organi di condotta e gli stati maggiori svizzeri e delle nazioni limitrofe ed elementi d’intervento importanti responsabili in caso d’incidente in una centrale nucleare.

Per verificare i preparativi necessari per far fronte a un incidente, sono previste  esercitazioni periodiche nelle centrali nucleari svizzere. Di regola, ogni due anni viene svolta un’EEG in una delle quattro centrali nucleari con la partecipazione di tutti gli organi competenti. Ci si esercita a fronteggiare un grave incidente con un rilascio di grandi quantità di radioattività. Secondo il principio di rotazione, quest’anno l’EGG si terrà presso la centrale nucleare di Mühleberg.

Organizzazione d’emergenza nella CN e collaborazione tra i partner della protezione d’emergenza

L’elemento centrale dell’EEG 2017 sarà lo stato maggiore d’emergenza della centrale nucleare di Mühleberg. L’esercitazione dello stato maggiore è prevista il primo giorno dell’EEG 2017. Esso dovrà dimostrare di avere le conoscenze necessarie per fronteggiare un caso d’incidente grave e di applicare correttamente le procedure previste. Dovrà inoltre identificare, priorizzare e adottare tempestivamente le misure volte a proteggere la popolazione, l’ambiente e il personale interno. Verrà poi esercitata intensamente anche l’interazione tra le varie organizzazioni d’emergenza esterne.

La seconda priorità dell’EEG 2017 sarà testare la collaborazione tra i diversi partner della protezione d’emergenza in caso d’incidente in una centrale nucleare. L’Ispettorato federale della sicurezza nucleare IFSN, lo stato maggiore federale NBCN, la Centrale nazionale d’allarme CENAL dell’Ufficio federale della protezione della popolazione UFPP, l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera, gli stati maggiori cantonali di condotta di Berna e Friburgo nonché determinati stati maggiori regionali di condotta verificheranno la collaborazione tra le organizzazioni di condotta ai vari livelli. In quest’ottica, saranno presenti anche diversi stati maggiori provenienti dalla vicina Germania. All’esercitazione parteciperanno anche gestori di infrastrutture critiche, provenienti soprattutto dal settore dei trasporti (Ufficio federale delle strade USTRA, FFS, AutoPostale) e della sanità pubblica (diversi ospedali del Canton Berna). Verranno infine esercitati speciali elementi d’intervento come l’organizzazione incaricata dei prelievi e delle misurazioni, il deposito esterno di Reitnau e il sistema d’informazione della popolazione via radio (radio IBBK) da parte della Confederazione in situazioni di crisi. Le organizzazioni civili saranno sostenute da speciali elementi d’intervento dell’esercito.
 
Nell’EEG 2017 non ci si esercita solo a fronteggiare le conseguenze immediate di un incidente in una centrale nucleare, ma anche quelle a medio e lungo termine nei giorni successivi all’evento. Si tratta in particolare di limitare, nel limite del possibile e attraverso misure appropriate, le ripercussioni sul normale funzionamento di diversi settori, come i trasporti, la sanità pubblica, l’approvvigionamento alimentare, le scuole, ecc.


Indirizzo cui rivolgere domande

Kurt Münger
Capo Comunicazione UFPP
058 462 55 83


Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Ufficio federale della protezione della popolazione
http://www.bevoelkerungsschutz.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-68178.html