La Svizzera torna ad essere membro a pieno titolo di programmi di innovazione UE finanziati mediante partenariati

Berna, 23.08.2017 - Il 23 agosto 2017 il Consiglio federale ha approvato gli accordi concernenti la partecipazione della Svizzera ai programmi di ricerca e sviluppo Eurostars-2 e Active and Assisted Living. In virtù di tali convenzioni, la Confederazione torna ad essere membro a pieno titolo in entrambi i programmi e a ricevere cofinanziamenti dall’UE. Eurostars-2 e AAL sono particolarmente interessanti per le PMI attive nella ricerca che intendono affermarsi su nuovi mercati europei o globali attraverso cooperazioni transnazionali. La partecipazione della Svizzera al programma AAL è una delle numerose misure adottate dalla Confederazione nel quadro dell’Iniziativa sul personale qualificato.

Con l’approvazione degli accordi la Svizzera, che nel frattempo ha aderito a Orizzonte 2020, può tornare a partecipare come membro a pieno titolo, con effetto retroattivo da gennaio 2017, anche ai programmi di ricerca e sviluppo Eurostars-2 e Active and Assisted Living (AAL). Ciò comporta non solo il coinvolgimento attivo nell’organizzazione dei due programmi, ma anche l’incremento del budget di promozione elvetico con fondi provenienti da Orizzonte 2020. In questo modo si potranno finanziare ulteriori progetti con partner svizzeri.

Insieme a Paesi leader nel campo dell’innovazione quali Svezia e Germania, la Svizzera è uno degli Stati che registra maggiori successi in entrambi i programmi. Tra il 2008 e il 2016 è stato possibile promuovere 231 partecipazioni elvetiche a progetti nell’ambito di Eurostars-2 e 82 nell’ambito di AAL.

Circa il 60% dei partner coinvolti in tali progetti è rappresentato da PMI, che hanno così modo di integrarsi con le proprie competenze nella rete di industrie e istituzioni internazionali attive nell’ambito della ricerca e di accedere a nuovi mercati. Nel caso di AAL vengono coinvolti anche gli utenti finali, quali ad esempio le istituzioni di cura, al fine di garantire un’attività di sviluppo orientata specificamente a un determinato gruppo target. La crescente partecipazione di Paesi extraeuropei schiude nuove prospettive agli attori svizzeri che operano nel campo dell’innovazione.


Active and Assisted Living

Nel programma europeo Active and Assisted Living (AAL) gli istituti di ricerca, le ditte e le organizzazioni che rappresentano gli utenti finali sviluppano soluzioni tecniche per permettere alle persone anziane di vivere, lavorare e abitare in modo autonomo. AAL consente, ad esempio, di conseguire risparmi sui costi nel settore delle cure, e nel contempo offre alle aziende innovative interessanti opportunità di crescita. La partecipazione della Svizzera al programma AAL è una delle numerose misure adottate dalla Confederazione nel quadro dell’Iniziativa sul personale qualificato.


Eurostars-2

Il programma Eurostars-2 è stato sviluppato nell’ambito dell’iniziativa di ricerca EUREKA, a cui la Svizzera partecipa già da oltre 30 anni. È pensato per le piccole e le medie imprese che investono più del dieci per cento del fatturato in attività di ricerca e sviluppo. Nei progetti Eurostars-2 le PMI hanno la possibilità di collaborare con i migliori team di ricerca europei e di potenziare la loro competitività. La maggior parte dei progetti rientranti in questo programma ad ampio raggio riguarda i settori della tecnologia di produzione e fabbricazione, della tecnologia medica e della digitalizzazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Merwar, Sonja, Consulente scientifica Programmi di ricerca e innovazione, Segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione
telefono +41 58 463 52 78, sonja.merwar@sbfi.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-67823.html