Il Consiglio federale licenzia il messaggio concernente lo scambio automatico di informazioni con 41 Stati e territori

Berna, 16.06.2017 - Nella sua seduta del 16 giugno 2017, il Consiglio federale ha licenziato il messaggio concernente l’introduzione dello scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari con 41 Stati e territori. La raccolta di dati è prevista per il 2018 e il primo scambio di dati per il 2019. Grazie all’estensione della propria rete di Paesi partner per lo scambio automatico di informazioni a gran parte degli Stati membri del G20 e dell’OCSE nonché ad altre importanti piazze finanziarie del mondo, la Svizzera rafforza la propria posizione nel contesto internazionale.

I due progetti posti in consultazione hanno raccolto il consenso della maggioranza dei partecipanti alla consultazione. Nel concreto, questi consistono nell’attivazione dello scambio automatico di informazioni con ogni Stato o territorio mediante specifici decreti federali oggetto del presente messaggio. Lo scambio automatico di informazioni avviene sulla base dell’Accordo multilaterale tra autorità competenti concernente lo scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari (Accordo SAI). Questo trattato fa capo a sua volta allo standard globale per lo scambio automatico di informazioni elaborato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

Per dare seguito ai pareri pervenuti nell’ambito delle consultazioni, è stato concepito un decreto federale che stabilisce che il Consiglio federale allestisca un rapporto sullo stato di attuazione dello scambio automatico di informazioni prima che abbia inizio lo scambio di informazioni, previsto per l’autunno del 2019. Nel quadro di tale rapporto, l’Esecutivo verifica che gli Stati e i territori interessati soddisfino effettivamente i requisiti dello standard globale, in particolare per quanto attiene alla confidenzialità e alla sicurezza dei dati.

Il Consiglio federale auspica che tra gli Stati vi sia parità di condizioni («level playing field»), soprattutto tra i centri finanziari più importanti. La Svizzera ha introdotto lo scambio automatico di informazioni nel 2017 con 38 Stati e territori, tra cui i Paesi membri dell’UE. Nel 2018 avrà luogo il primo scambio di dati con questi Stati e territori.


Indirizzo cui rivolgere domande

Frank Wettstein, Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
tel. +41 58 462 38 56, frank.wettstein@sif.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-67079.html