Calcio: Il Ministero pubblico della Confederazione conclude il primo procedimento penale

Berna, 16.06.2017 - Il Ministero pubblico della Confederazione ha concluso il primo procedimento penale dell’insieme di inchieste condotte nell’ambito del calcio. Un ex collaboratore di una banca svizzera è stato condannato.

Il 15 giugno 2017, il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha ottenuto una condanna per decreto d’accusa. Circa due anni dopo l’avvio delle inchieste penali nell’ambito del calcio è stata pronunciata la condanna per decreto d’accusa nel quadro della conclusione di un procedimento penale nella Svizzera, coordinata quanto ai tempi tra la Svizzera e gli Stati Uniti e ottenuta anche grazie alla buona collaborazione delle autorità preposte al perseguimento penale. L’MPC esprimere un ringraziamento per la buona cooperazione con le autorità degli Stati Uniti.

Un ex collaboratore di una banca svizzera è stato condannato per falsità in documenti (art. 251 Codice penale, CP) e violazione dell’obbligo di comunicazione (art. 9 e 37 Legge sul riciclaggio di denaro, LRD). I pagamenti conseguiti in modo criminoso dal collaboratore della banca in questo contesto per un importo complessivo pari a USD 650’000.- sono stati confiscati a favore delle casse dello Stato svizzero.

Il decreto d’accusa emesso in Svizzera è parte integrante della conclusione di un procedimento, la cui tempistica è stata coordinata tra le competenti autorità statunitensi preposte al perseguimento penale (United States Attorney‘s Office for the Eastern District of New York) e il MPC. Le fattispecie penali che figurano già nella confessione (guilty plea) raccolta dagli Stati Uniti non sono perseguite in Svizzera (divieto di un secondo procedimento).

A oggi, il MPC ha ricevuto 178 segnalazioni MROS in relazione all’insieme delle inchieste nell’ambito del calcio condotte per sospetto riciclaggio di denaro. Il MPC conduce circa 25 procedimenti penali in questo contesto e analizza i documenti sequestrati, equivalenti a una quantità di dati di circa 19 terabyte.


Indirizzo cui rivolgere domande

André Marty, capo Informazione del Ministero pubblico della Confederazione; +41 58 464 32 40; info@ba.admin.ch


Pubblicato da

Ministero pubblico della Confederazione
http://www.ba.admin.ch/ba/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-67065.html