La Confederazione dà il via libera alla Limmattalbahn

Berna, 10.04.2017 - L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha rilasciato la licenza edilizia per la realizzazione della Limmattalbahn tra le stazioni di Zurigo Altstetten e Killwangen-Spreitenbach. Con la decisione di approvazione dei piani, il progetto è stato accolto in prima istanza.

Il progetto approvato dall'UFT prevede la costruzione di una nuova tratta ferroviaria a doppio binario nella valle della Limmat, tra le stazioni di Zurigo Altstetten e Killwangen-Spreitenbach. I treni circoleranno con uno scartamento di un metro e con una velocità di trasporto media di 22 km/h; lungo la tratta, di 13,4 km, serviranno 27 nuove fermate in quattro Comuni del Cantone di Zurigo e in due Comuni del Cantone di Argovia. Gli investimenti ammontano a 715 milioni di franchi, a cui vanno aggiunte le spese per l'acquisto di materiale rotabile e per il deposito; i costi saranno assunti dai Cantoni di Zurigo e di Argovia e dalla Confederazione.

La Limmattalbahn collegherà in maniera ottimale la valle della Limmat grazie a un nuovo e veloce servizio capillare, a metà strada tra le attuali soluzioni offerte dai treni regionali e dalla rete di autobus. La nuova offerta darà maggiore impulso alla regione, incrementerà la sua attrattiva e promuoverà lo sviluppo degli insediamenti nell'intera valle.

L'approvazione dei piani segna la conclusione della procedura di autorizzazione iniziata più di tre anni fa. Con 196 opposizioni al progetto principale e 56 opposizioni a quattro modifiche di progetto, gli opponenti chiedevano che la Limmattalbahn AG (LTB) non venisse approvata oppure esigevano adattamenti e modifiche. Durante le trattative si è trovato un accordo in circa il 70 per cento dei casi. La decisione dell’UFT è impugnabile dinanzi al Tribunale amministrativo federale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-66319.html