Importanza delle formazioni continue nell’ambito delle competenze di base

Berna, 05.04.2017 - Nella riunione del 5 aprile 2017 il Consiglio federale ha incaricato il DEFR di elaborare entro novembre un programma per la formazione continua dei lavoratori nell’ambito delle competenze di base, in particolare in vista della digitalizzazione dell’economia. Il programma dovrà basarsi sulla legge sulla formazione professionale e permettere ai lavoratori scarsamente qualificati e in particolare a quelli più anziani di mantenere il proprio posto di lavoro. Sempre entro novembre il DEFR dovrà quantificare le risorse finanziarie eventualmente necessarie e sottoporre al Consiglio federale un’apposita richiesta.

La responsabilità della formazione continua spetta ai singoli individui, alle associazioni professionali, ai Cantoni e alle parti sociali. Per il finanziamento della formazione continua in Svizzera esiste un’offerta ampia e ben strutturata di fondi, in particolare quelli previsti dai contratti collettivi di lavoro, che permettono ai lavoratori di frequentare formazioni continue specifiche. Tuttavia, è necessario adottare ulteriori misure su due fronti. Il primo riguarda la promozione delle competenze di base, come la padronanza della lingua locale o le conoscenze informatiche di base, sempre più importanti in tutte le professioni. Il secondo riguarda gli eventuali cambiamenti di professione dovuti ai mutamenti strutturali dell’economia o ad altri motivi personali, per i quali l’offerta di sostegno è piuttosto limitata.

Tramite la promozione delle competenze di base, il Consiglio federale intende quindi favorire la permanenza nel mondo del lavoro dei lavoratori a rischio. Entro il mese di novembre la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione metterà a punto appositi criteri di promozione. Inoltre, entro la primavera del 2018 la Segreteria di Stato dell’economia illustrerà, insieme ai Cantoni, limiti e possibilità dell’impiego dei provvedimenti inerenti al mercato del lavoro previsti dall’assicurazione contro la disoccupazione in caso di riorientamento professionale per motivi strutturali. Saranno analizzati in particolare i settori con un’alta percentuale di disoccupati di lunga durata di età superiore ai 45 anni e i settori con una forte carenza di personale qualificato.

Alla base di queste misure ci sono i mandati affidati dal Consiglio federale al Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) nel dicembre 2015 e nel novembre 2016. L’obiettivo era analizzare in modo più approfondito il finanziamento della formazione continua per i lavoratori scarsamente qualificati e in particolare per quelli più anziani nell’ambito dell’iniziativa sul personale qualificato. A ciò si sono aggiunte nel 2015 le sfide legate alla digitalizzazione e ai relativi cambiamenti nel mercato del lavoro.
Per rimanere competitivi anche in età avanzata i lavoratori avranno quindi un maggiore bisogno di formazioni continue.


Indirizzo cui rivolgere domande

Rémy Hübschi, Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI, responsabile divisione Formazione professionale superiore, tel. 058 462 21 27, remy.huebschi@sbfi.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-66269.html