Il Consiglio federale respinge il controprogetto all’iniziativa popolare «Sì alla protezione della sfera privata»

Berna, 05.04.2017 - Il Consiglio federale è contrario anche al controprogetto diretto all’iniziativa popolare «Sì alla protezione della sfera privata». Questo è quanto emerge dal suo parere, approvato nella seduta del 5 aprile 2017 e destinato alla Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S).

Il Consiglio federale non ravvisa alcuna necessità di intervento in materia di protezione della sfera privata nel diritto fiscale, poiché essa è già sufficientemente garantita dal segreto fiscale. Né il controprogetto né l’iniziativa popolare migliorerebbero la situazione dei contribuenti onesti.

Il controprogetto non implicherebbe alcuna novità materiale, tuttavia il fatto di sancire nella Costituzione federale la nozione di segreto bancario in materia fiscale e la conseguente banalizzazione della sottrazione d’imposta avrebbero un effetto di richiamo. I contribuenti disonesti sarebbero incoraggiati a non cambiare comportamento e la morale fiscale sarebbe penalizzata. Ne conseguirebbero minori entrate per Confederazione, Cantoni e Comuni.

Inoltre l’accettazione dell’iniziativa popolare o del controprogetto ridurrebbe inutilmente il margine di manovra del legislatore, segnatamente per quanto riguarda riforme future dell’imposta preventiva e del diritto penale fiscale. In particolare, la soppressione dell’imposta preventiva sui redditi da depositi in fondi obbligazionari e fondi di investimento invocata dagli ambienti economici al fine di rafforzare il mercato svizzero dei capitali sarebbe praticamente irrealizzabile. Tale soppressione parziale senza misure d’accompagnamento non sarebbe conforme né al principio dell’equità fiscale né agli interessi fiscali di Confederazione, Cantoni e Comuni.

La CET-S ha chiesto un parere

Nel dicembre 2016 il Consiglio nazionale ha raccomandato di accettare l’iniziativa popolare e il controprogetto con 80 voti contro 60 e 55 astensioni. Il 10 gennaio 2017 la CET-S ha sospeso la discussione e ha chiesto al Consiglio federale un parere sul controprogetto, che ora è stato presentato. La CET-S può dunque trattare ulteriormente l’affare.


Indirizzo cui rivolgere domande

Patrick Teuscher, capo della Comunicazione, Amministrazione federale delle contribuzioni AFC
tel. +41 58 464 90 00, media@estv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-66257.html