Al via l’introduzione della cartella informatizzata del paziente

(Ultima modifica 22.03.2017)

Berna, 22.03.2017 - Nella sua seduta del 22 marzo 2017, il Consiglio federale ha adottato le ordinanze concernenti la legge federale sulla cartella informatizzata del paziente. La legge e le disposizioni di esecuzione entreranno in vigore il 15 aprile 2017. A partire da quella data gli ospedali avranno tre anni di tempo per introdurre la cartella informatizzata del paziente. I primi pazienti dovrebbero poterne aprire una nella seconda metà del 2018.

Nella cartella informatizzata del paziente (CIP) sarà possibile conservare tutti i dati medici importanti per il trattamento di un paziente. I professionisti della salute autorizzati avranno così accesso ai dati ovunque e in qualsiasi momento. La sicurezza e la protezione dei dati avranno massima priorità. Per i pazienti l’apertura di una CIP è facoltativa.

Le ordinanze stabiliscono i requisiti tecnici e organizzativi per la CIP. Disciplinano, per esempio, le condizioni per la certificazione delle comunità e delle comunità di riferimento. Si tratta di aggregazioni di ospedali, studi medici, farmacie, organizzazioni Spitex, case di cura e altre strutture sanitarie che garantiscono lo scambio di dati elettronico della CIP. Viene inoltre fissato il formato del nuovo numero d’identificazione del paziente, con il quale è possibile identificare univocamente una persona.

Gli ospedali devono introdurre la CIP entro tre anni dall’entrata in vigore della legge e delle ordinanze, le case di cura e le case per partorienti entro cinque anni, affiliandosi a tale scopo a una comunità o a una comunità di riferimento. Per gli studi medici e le altre strutture sanitarie del settore ambulatoriale l’affiliazione a una comunità o a una comunità di riferimento è facoltativa.

La cartella informatizzata del paziente fa parte della strategia del Consiglio federale Sanità2020 ed è volta ad aumentare la qualità del trattamento e la sicurezza del paziente, ma anche a migliorare l’efficienza dei trattamenti medici. Per usufruire di questi vantaggi, è opportuno che gli studi medici, le farmacie, ma anche le organizzazioni Spitex si affilino a una comunità o a una comunità di riferimento il più rapidamente possibile.

I primi pazienti dovrebbero poter aprire una CIP nella seconda metà dell’anno prossimo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica, Sezione comunicazione, tel. +41 58 462 95 05, media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-66071.html