Lotta al terrorismo: perquisizioni domiciliari in Ticino

Berna, 22.02.2017 - Nell’ambito di un procedimento penale condotto dal Ministero pubblico della Confederazione e di un procedimento penale condotto separatamente dal Ministero pubblico del Cantone Ticino, oggi in Ticino sono state svolte due operazioni di polizia. L’intervento è stato compiuto, oltre che da rappresentanti della procura federale e della procura cantonale, da oltre 100 funzionari della Polizia cantonale ticinese e di fedpol.

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) conduce un procedimento penale nei confronti di un imputato con doppia nazionalità svizzera e turca e di un cittadino turco. Il procedimento penale sarà condotto per violazione dell’articolo 2 della legge federale del 12 dicembre 2014 che vieta i gruppi “Al-Qaïda” e “Stato islamico” nonché le organizzazioni associate (RS 122), sostegno o partecipazione a un’organizzazione criminale (art. 260ter CP) e violazione del divieto di rappresentazione di atti di cruda violenza (art. 135 CP). Vi è il sospetto che siano state reclutate persone a favore dello Stato islamico o di organizzazioni associate.

In data odierna, nell’ambito del procedimento penale il MPC, coadiuvato dall’Ufficio federale di polizia fedpol e la Polizia cantonale ticinese, ha eseguito più perquisizioni domiciliari nel Cantone Ticino. Una persona è stata arrestata. È stato perquisito anche un luogo di preghiera, nel quale tuttavia non sono stati compiuti arresti.

Dato che il procedimento penale comprende alcuni collegamenti relativi ai presunti autori con il procedimento penale condotto dal Cantone Ticino, le operazioni sono state svolte in stretta collaborazione con il Ministero pubblico del Cantone Ticino.

Anche nel presente procedimento, come di consueto, si applica la presunzione d’innocenza a tutti gli imputati.

Per eventuali domande sul procedimento penale ticinese vogliate rivolgervi, per cortesia, alla Polizia cantonale ticinese.


Indirizzo cui rivolgere domande

André Marty, Capo Informazione del Ministero pubblico della Confederazione; +41 58 464 32 40; info@ba.admin.ch


Pubblicato da

Ministero pubblico della Confederazione
http://www.ba.admin.ch/ba/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-65761.html