Ulteriori misure di sgravio amministrativo per gli impianti a fune

Berna, 14.02.2017 - L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) e la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) hanno deciso, con il coinvolgimento di Cantoni, associazioni, imprese e altri Uffici interessati, di adottare misure atte a sgravare sul piano amministrativo le imprese di trasporto a fune nell'ambito del quadro giuridico vigente. Tra le misure previste figurano più ampi esami preliminari dei progetti edili, formazioni per i capiprogetto, procedure e ausili elettronici come pure chiarimenti sull'applicazione delle norme. Le misure completano gli adeguamenti di leggi e ordinanze già in atto nell'ambito del programma di stabilizzazione 2017–2019.

Su mandato del Consiglio federale, nel 2015 la SECO ha pubblicato un rapporto concernente lo sgravio amministrativo delle piccole e medie imprese, in base al quale è stata avviata fra l'altro l'elaborazione di misure ausiliarie per le procedure di pianificazione e di autorizzazione degli impianti a fune. Per attuarle sono stati istituiti tre gruppi di lavoro guidati dall'UFT e composti da rappresentanti dei Cantoni a vocazione turistica, delle associazioni e imprese del settore come pure di altri Uffici federali interessati. Sono state definite 36 misure, da attuare progressivamente. Vi rientrano l'introduzione di procedure e strumenti elettronici e l'ampliamento dell'esame preliminare dei progetti edili da parte dell'UFT, in modo che eventuali problemi siano segnalati tempestivamente alle imprese. Sono inoltre previsti uno scambio di esperienze istituzionalizzato, formazioni nonché misure per l'applicazione e l'interpretazione di diverse norme tecniche. Oltre a ciò sono stati chiariti i ruoli di autorità, imprese a fune e altri attori come pure lo svolgimento delle procedure. Tutte le misure sono applicabili nell'ambito del quadro giuridico vigente; esse completano gli adeguamenti di leggi e ordinanze, destinati anch'essi allo sgravio amministrativo delle imprese di trasporto a fune e già avviati dall'UFT, che saranno attuati nell'ambito del Programma di stabilizzazione 2017–2019 (comunicato stampa UFT del 19 dicembre 2016).


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch

Segreteria di Stato dell'economia,
Servizio stampa,
Antje Baertschi,
058 463 52 75,
antje.baertschi@seco.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-65600.html