Riprende il riesame periodico dei medicamenti

Berna, 01.02.2017 - L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) può riprendere il riesame ogni tre anni dei medicamenti rimborsati dall’assicurazione malattie. Nella sua seduta del 1° febbraio 2017, il Consiglio federale ha approvato le modifiche delle relative ordinanze. Pertanto il riesame ogni tre anni comprende sistematicamente non solo il confronto con i prezzi praticati all’estero, ma anche il rapporto costi-benefici con gli altri medicamenti. Inoltre il Consiglio federale ha adottato misure volte ad abbassare il prezzo dei generici. Si otterranno così risparmi fino a 240 milioni di franchi nei prossimi tre anni. Il Consiglio federale ha anche disciplinato più chiaramente il rimborso dei medicamenti in casi specifici.

Con l’entrata in vigore delle nuove modalità il 1° marzo 2017, il riesame ogni tre anni dei medicamenti rimborsati dall’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS, assicurazione di base) può riprendere dopo essere stato sospeso in seguito a una sentenza del Tribunale federale (TF). D’ora in poi, secondo la decisione del TF del dicembre 2015, il riesame dei medicamenti si baserà sistematicamente su un confronto con i prezzi praticati all’estero e su un confronto terapeutico, considerati ognuno per metà. Il previsto riesame di un terzo dei medicamenti che figurano nell’elenco delle specialità (ES) ogni anno dovrà generare un risparmio di circa 180 milioni di franchi per i prossimi tre anni.

Misure per il contenimento dei costi nel settore dei generici
D’altro canto, il Consiglio federale ha approvato ulteriori misure per ridurre il livello dei prezzi dei generici. Il principio di fissazione del prezzo è il seguente: quanto più elevata è la cifra d’affari del preparato originale, tanto più grande dovrà essere la differenza di prezzo con il generico. Secondo le nuove disposizioni, d’ora in poi questa differenza di prezzo sarà più accentuata. Sono stati infine affinati i criteri dell’aliquota percentuale differenziata (partecipazione ai costi da parte dell’assicurato) per rendere più attrattivi i generici. In base alle stime dell’industria farmaceutica, l’UFSP ritiene che nei prossimi tre anni sarà possibile conseguire un risparmio complessivo di 60 milioni di franchi.

Inoltre l’UFSP sta elaborando un sistema di prezzi di riferimento per i generici. L’UFSP potrà fissare un prezzo massimo che l’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie rimborserà per un dato principio attivo. Queste misure richiedono una modifica della legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal), che dovrà essere posta in consultazione nel corso dell'anno.

Rimborso dei medicamenti nel singolo caso
Infine, il Consiglio federale ha adattato le disposizioni che si applicano al rimborso dei medicamenti nel singolo caso. Attualmente le condizioni per la presa a carico da parte dell’AOMS dei medicamenti non iscritti nell’elenco delle specialità (ES), per i quali non è previsto il rimborso per un determinato trattamento o non omologati da Swissmedic sono già disciplinate. All’occorrenza è possibile un rimborso nel caso in cui non esistano altri trattamenti efficaci omologati e se la malattia può avere esito letale per l’assicurato o può provocargli danni gravi e cronici alla salute. In questo caso il medico curante presenta una domanda di garanzia di assunzione dei costi, in merito alla quale l’assicuratore-malattie decide dopo essersi consultato con il medico di fiducia.

Secondo le nuove disposizioni, l’assicuratore dovrà prendere questa decisione entro due settimane. La procedura è stata così accelerata a favore dei pazienti interessati. L’assicuratore-malattie continuerà a decidere il prezzo al quale il medicamento sarà rimborsato, che tuttavia dovrà essere inferiore a quello figurante nell’ES. Per i medicamenti importati sarà rimborsato il prezzo effettivo. Anche la partecipazione delle aziende farmaceutiche al processo di fissazione del prezzo è disciplinata più chiaramente. Gli adeguamenti fanno parte del Programma nazionale malattie rare che, sotto l’egida dell’UFSP, intende garantire cure mediche di qualità alle persone che ne sono affette.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica
Comunicazione, tel. 058 462 95 05, media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-65469.html