Fiscalità applicabile all’aeroporto di Basilea-Mulhouse: il Consiglio federale approva l’accordo tra la Svizzera e la Francia

Berna, 25.01.2017 - Il 25 gennaio 2017 il Consiglio federale ha approvato l’accordo intergovernativo tra la Svizzera e la Francia concernente la fiscalità applicabile all’aeroporto di Basilea-Mulhouse (EAP) e un memorandum d’intesa riguardante l’indennità per le prestazioni della Direzione generale dell’aviazione civile francese (DGAC) nel settore svizzero dell’EAP.

Durante la sua seduta del 25 gennaio 2017, il Consiglio federale ha approvato l’accordo intergovernativo tra la Svizzera e la Francia concernente la fiscalità applicabile nell’area dell’EuroAirport di Basilea-Mulhouse. La Svizzera è quindi pronta a firmare e mettere in vigore l’accordo non appena il Consiglio dell’UE avrà approvato la domanda di deroga riguardante l’IVA, depositata dalla Francia nel 2015. La Commissione europea gli ha sottoposto di recente una proposta in tal senso. Questa deroga mira ad autorizzare il proseguimento dell’applicazione dell’IVA svizzera nel settore svizzero dell’EAP. L’accordo sarà reso pubblico al momento della firma.

Il Consiglio federale ha anche approvato un memorandum d’intesa che deve essere concluso tra l’Ufficio federale dell’aviazione civile e l’istituzione francese corrispondente, la Direzione generale dell’Aviazione civile, e che prevede l’indennità dei costi sostenuti dalla DGAC nell’area dell’aeroporto. Questo memorandum d’intesa sarà firmato nei prossimi giorni.

I negoziati avviati all’inizio del 2016 tra la Francia e la Svizzera per concludere un accordo intergovernativo concernente la fiscalità applicabile all’aeroporto di Basilea-Mulhouse (EAP) sono stati conclusi con successo il 2 novembre 2016. Il documento concretizza, in un quadro giuridico, gli elementi convenuti nella dichiarazione congiunta adottata dal presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann e dal presidente della Repubblica francese François Hollande il 23 gennaio 2016 a Colmar (F).

In sintesi, nell’accordo figurano gli elementi seguenti:
- l’applicazione della tassa sul valore aggiunto svizzera nel settore svizzero dell’EAP;
- la suddivisione, tra la Svizzera e la Francia, dei proventi dell’imposta sulle società versata dall’EAP, con una ripartizione che tenga conto di tutte le parti interessate;
- l’indennità per le prestazioni della Direzione generale dell’aviazione civile nel settore svizzero dell’EAP;
- per le imprese nel settore svizzero, l’applicazione dell’imposta francese sui redditi, l’applicazione dell’imposta svizzera sul capitale e, di conseguenza, il non pagamento delle principali tasse annesse e locali francesi, dato che l’imposta svizzera viene riconosciuta come equivalente.

Questo accordo permette di attuare un regime giuridico duraturo in campo fiscale e di assicurare l’ampliamento e l’attrattiva dell’aeroporto e delle attività che ospita, obiettivo che la Svizzera si era fissata. Con questo nuovo regime, gli oneri fiscali globali per le imprese nel settore svizzero saranno sostanzialmente analoghi all’onere fiscale attuale. Il Governo del Cantone di Basilea-Città, strettamente coinvolto nella negoziazione di questo accordo, ha confermato al Consiglio federale il suo pieno appoggio all’attuazione delle disposizioni previste. L’accordo entrerà in vigore quando la Francia avrà espletato le procedure interne d’approvazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Tel. +41 58 462 31 53
info@eda.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-65377.html