L’Incaricato federale della protezione dei dati chiude l’accertamento dei fatti in merito a Windows 10

Berna, 11.01.2017 - L'IFPDT ha concluso l’accertamento dei fatti in merito al sistema operativo Windows 10 di Microsoft. Le sue raccomandazioni volte a migliorare la trasparenza nel trattamento dei dati e le possibilità di scelta sono state attuate da Microsoft come concordato. L’accertamento dei fatti può dunque essere considerato concluso e in tal modo si può rinunciare a sottoporre la questione al giudizio di un tribunale.

Dagli accertamenti dell’IFPDT è emerso che il trattamento dei dati nell’ambito di Windows 10 non è conforme in tutti gli aspetti alle norme sulla protezione dei dati. Ad esempio, l’organizzazione delle pagine e il contenuto delle pagine «Fare più in fretta» e «Personalizza impostazioni» soddisfacevano soltanto in parte i requisiti di un’informazione trasparente. Sotto il profilo del contenuto mancavano informazioni sulla durata di conservazione dei dati inviati, sul contenuto di dati del Browser e sul contenuto di dati relativi a Feedback e diagnostica. Inoltre gli utenti avevano difficoltà a ottenere per i singoli trattamenti di dati informazioni più dettagliate, ad esempio dai passaggi rilevanti della dichiarazione relativa alla protezione dei dati.

L’IFPDT ha in seguito ricevuto da Microsoft proposte per risolvere questo e altri aspetti problematici, che ha esaminato e completato. Con le modifiche che sono state definite, le indicazioni relative al trattamento dei dati sono state precisate. Inoltre, con la nuova pagina delle impostazioni che compare durante il processo di installazione si richiama con chiarezza l’attenzione sul fatto che l’utente definisce il trattamento e l’invio dei dati e che deve dare il suo consenso.

L’attuazione tecnica delle modifiche richieste dall’IFPDT sarà effettuata su scala mondiale in occasione dei due aggiornamenti di Windows 10 previsti nel 2017. Con il primo aggiornamento, a una nuova installazione o all’Update del sistema operativo appariranno impostazioni concernenti l’invio dei dati corredate da numerose informazioni. Con il secondo aggiornamento, nel processo di installazione gli utenti potranno inoltre accedere direttamente ai corrispondenti passaggi nella versione più aggiornata della dichiarazione relativa alla protezione dei dati. In tal modo la trasparenza sarà aumentata e per gli utenti sarà più facile trovare le informazioni rilevanti nella lunga dichiarazione.

Indipendentemente dall’adeguamento del futuro processo di installazione, gli utenti di Windows 10 avranno in qualsiasi momento la possibilità di modificare nelle impostazioni di sistema il trattamento e l’invio dei dati.

L’IFPDT ritiene che la soluzione concordata con Microsoft, in particolare il collegamento diretto mediante link ai passaggi rilevanti della dichiarazione relativa alla protezione dei dati e la possibilità di scegliere, rappresenti lo standard minimo per applicazioni e servizi di altre imprese. Negli accertamenti futuri, per l’esame della conformità del trattamento dei dati l’IFPDT adotterà questa soluzione quale riferimento.

Troverete l’anteprima della nuova pagina delle impostazioni di Windows 10 sul Blog di Microsoft.

     


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio stampa dell’Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza, tel. 058 464 94 10, info@edoeb.admin.ch


Pubblicato da

Incaricato federale della protezione dei dati e per la trasparenza
http://www.edoeb.admin.ch/index.html?lang=it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-65219.html