WEF 2017: iniziati i preparativi per l'impiego dell'esercito

Berna, 05.01.2017 - Sono iniziati i preparativi dell'esercito per l'impiego a favore del Cantone Grigioni in occasione dell'incontro annuale del World Economic Forum (WEF) 2017 a Davos. Circa 106 militari lavorano attualmente per l'allestimento del dispositivo di sicurezza.

Questa settimana l'esercito ha avviato i lavori a favore del Canton Grigioni per garantire la sicurezza dell'incontro annuale del WEF 2017. Attualmente circa 106 militari sono impegnati nei preparativi e nella realizzazione delle misure di sicurezza, della logistica e dell'aiuto alla condotta.

Per l'impiego dell'esercito nell'ambito del servizio d'appoggio dal 13 al 23 gennaio, il Parlamento ha fissato un limite massimo di 5000 militari. Nella località di Davos durante l'incontro annuale vengono impiegati militari di professione per la protezione di persone e i controlli d'accesso. Militari di milizia svolgono tra l'altro compiti logistici, come ad esempio nell'ambito del servizio sanitario o nel disciplinamento del traffico. Al di fuori di Davos l'esercito protegge le infrastrutture e fornisce prestazioni nell'ambito della logistica e dell'aiuto alla condotta. Per l'adempimento dei suoi compiti la truppa dispone di poteri di polizia conformemente all'ordinanza concernente i poteri di polizia dell'esercito.

La garanzia della sicurezza nello spazio aereo è di competenza della Confederazione. Per tutta la durata del WEF le Forze aeree rafforzano il servizio di polizia aerea, assicurano lo spazio aereo sopra Davos 24 ore su 24 e a seguito della vicinanza dei confini nazionali collaborano strettamente con le Forze aeree austriache. Il libero uso dello spazio aereo e degli aerodromi della regione di Davos verrà limitato dalle 08.00 di lunedì 16 gennaio al più tardi fino alle 17.00 di sabato 21 gennaio. Le Forze aeree effettuano inoltre trasporti aerei e ricognizioni aeree a favore del Canton Grigioni.

I visitatori del WEF con lo statuto di «persone protette in virtù del diritto internazionale» vengono prelevati all'aeroporto di Zurigo da parte dell'Esercito svizzero e trasportati a Davos in elicottero. Altri visitatori del WEF hanno la possibilità di atterrare direttamente a Dübendorf. A tale scopo, l'aerodromo militare di Dübendorf viene classificato temporaneamente come confine esterno dello spazio di Schengen e come aeroporto doganale. Il trasporto successivo di queste persone fino a Davos viene effettuato privatamente.

L'impiego dell'esercito ha luogo secondo il principio della sussidiarietà e la relativa responsabilità spetta alle autorità civili. Il capo generale dell'impiego è il comandante della Polizia cantonale grigionese, colonnello Walter Schlegel. Il capo dello Stato maggiore di condotta dell'esercito, divisionario Jean-Marc Halter, dirige l'impiego dell'esercito in qualità di comandante dell'impiego sussidiario di sicurezza (CISS).


Indirizzo cui rivolgere domande

Stefan Hofer
Responsabile Comunicazione dello Stato maggiore di condotta dell’esercito
058 463 37 41



Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-65157.html