Aerodromo militare di Sion: poste le basi per il passaggio alla gestione civile

Berna, 07.12.2016 - Il 7 dicembre 2016 il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), il Cantone del Vallese e la città di Sion hanno stipulato una convenzione di principio in cui sono definite le tappe concrete del completo passaggio dell’aerodromo militare alla gestione civile dopo il 2021. L’aerodromo militare di Sion manterrà il suo statuto attuale di aerodromo alternativo delle Forze aeree per casi d’emergenza. Per una parte dei collaboratori delle Forze aeree e della Base logistica dell’esercito sono già state trovate delle soluzioni. Per i collaboratori rimanenti il DDPS si sta impegnando in tal senso. Grazie allo stazionamento della polizia militare con oltre 100 posti di lavoro l’esercito continuerà a essere un importante datore di lavoro a Sion.

Il DDPS, il Cantone del Vallese e la città di Sion hanno stipulato una convenzione di principio in cui sono definite le tappe concrete del completo passaggio dell’aerodromo militare alla gestione civile dopo il 2021. La convenzione, firmata il 7 dicembre 2016, comprende i seguenti elementi essenziali:

  • il DDPS manterrà in funzione l’attuale officina per apprendisti polimeccanici sino a fine luglio 2029. Il Cantone e la città di Sion avranno la possibilità di svilupparla ulteriormente a proprie spese.
  • Il DDPS assicura per i prossimi 12 anni quattro posti di lavoro (formatori e gestione dell’officina). Il numero di apprendisti rimarrà invariato (32).
  • Il DDPS continuerà a provvedere alla manutenzione delle infrastrutture dell’aerodromo sino alla fine del 2021, conformemente a quanto previsto dall’accordo del 1956 tra la Confederazione e la città di Sion sull’utilizzazione comune dell’aerodromo.
  • Per le infrastrutture dell’aerodromo che continueranno a essere utilizzate dall’esercito (polizia militare, officina per apprendisti, impiego quale aerodromo alternativo), il Cantone fornirà prestazioni logistiche secondo i medesimi principi in vigore per la piazza d’armi cantonale. A tal fine, il Cantone è disposto a rilevare circa 17 posti di lavoro a tempo pieno della Base logistica dell’esercito, con effetto dal 1° gennaio 2018. Tali prestazioni logistiche saranno rimborsate dal DDPS.
  • Per assicurare l’esercizio dell’aerodromo civile e per sfruttare le notevoli sinergie con il contingente del Cantone che fornirà prestazioni logistiche a favore dell’esercito, il Cantone e la città di Sion sono disposti a rilevare quattro posti di lavoro a tempo pieno della Base logistica dell’esercito, con effetto dal 1° gennaio 2018.
  • Il DDPS manterrà lo statuto dell’aerodromo di Sion quale aerodromo alternativo delle Forze aeree per atterraggi in caso di difficoltà o in situazioni d’emergenza nonché per operazioni temporalmente limitate, quali ad esempio gli impieghi durante il World Economic Forum. A rimborso dell’utilizzo dell’aerodromo civile da parte delle Forze aeree, quest’ultime verseranno un importo forfettario annuo di 300 000 franchi.
  • Il rilevamento per il 1° gennaio 2022 dei sistemi necessari all’esercizio dell’aerodromo civile e degli edifici non più necessari all’esercito sarà oggetto di una convenzione separata tra il DDPS, il Cantone del Vallese e la città di Sion.

Per la concretizzazione della convenzione di principio dovrà essere stipulata una serie di ulteriori accordi tra i diversi partner. I relativi lavori saranno avviati a inizio 2017.

Le basi della convenzione sono state elaborate da un gruppo di pilotaggio

La convenzione di principio è fondata sul rapporto sottoposto al Consiglio di Stato del Cantone del Vallese dal «Comité de pilotage stratégique». Quest’ultimo, istituito dal governo cantonale il 18 agosto 2014 e presieduto dal consigliere agli Stati Jean-René Fournier, era stato incaricato di esaminare, in collaborazione con i servizi della Confederazione, la città di Sion e le cerchie economiche interessate, le ripercussioni tecniche e finanziarie del ritiro delle Forze aeree dall’aerodromo di Sion e di sottoporre proposte concrete al riguardo.

Il 26 novembre 2013 il DDPS aveva comunicato la rinuncia all’aerodromo militare di Sion in seguito all’adozione del nuovo Concetto relativo agli stazionamenti dell’esercito. L’esercizio di volo regolare sull’aerodromo di Sion terminerà il 31 dicembre 2017 nel quadro dell’ulteriore sviluppo dell’esercito, la cui realizzazione avrà inizio il 1° gennaio 2018. Per una parte dei collaboratori delle Forze aeree e della Base logistica dell’esercito sono già state trovate delle soluzioni, mentre per i rimanenti il DDPS si sta impegnando in tal senso. Il DDPS aveva inoltre annunciato il futuro stazionamento a Sion del comando, delle scuole reclute e delle scuole per sottufficiali della polizia militare. La polizia militare utilizzerà la piazza d’armi cantonale e parti dell’infrastruttura dell’attuale aerodromo militare con un organico di oltre 100 impiegati. L’esercito continuerà pertanto a essere un importante datore di lavoro per la regione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Renato Kalbermatten
Portavoce del DDPS
058 464 88 75



Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Forze aeree
http://www.lw.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-64846.html