Il Consiglio federale rafforza la prevenzione delle dipendenze

Berna, 02.12.2016 - Durante la sua seduta del 2 dicembre 2016, il Consiglio federale ha approvato il piano di misure per l’attuazione della Strategia nazionale dipendenze 2017–2024. La strategia mira a rafforzare l’alfabetizzazione sanitaria della popolazione in generale, a prevenire le forme patologiche di dipendenza, ad assicurare un sostegno precoce alle persone a rischio e a prestare aiuto ai diretti interessati. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) attuerà il piano di misure insieme ai suoi principali partner.

Le dipendenze e i comportamenti a rischio sono fonte di grandi sofferenze per i diretti interessati e le loro famiglie e possono causare elevati costi sociali. Le conseguenze di una dipendenza sono spesso la disoccupazione, il ricorso all’aiuto sociale, l’indebitamento e l’instabilità abitativa. Nel nostro Paese, un decesso su sette è da ricondurre al fumo e dietro a una diagnosi psichiatrica su sei e alla metà dei delitti si cela un problema di alcolismo. In Svizzera i costi sociali delle dipendenze ammontano a diversi miliardi di franchi.

La Confederazione intende affrontare questi problemi insieme ai Cantoni, alle città, alle associazioni attive nella lotta alle dipendenze, alla polizia, alla giustizia e ai servizi di inserimento professionale. Le misure prevedono tra l’altro il potenziamento della prevenzione tra i bambini e i giovani, del riconoscimento precoce delle dipendenze e della cooperazione tra i diversi fornitori di servizi, l’intensificazione della collaborazione tra i servizi di aiuto contro le dipendenze e la polizia e la promozione dell’inserimento professionale.

L’UFSP provvederà alla gestione strategica e al coordinamento dell’attuazione delle misure in stretta collaborazione con la Regìa federale degli alcol (RFA) e altri servizi federali. Nella messa in atto della strategia i Cantoni avranno un ruolo importante: la Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle opere sociali (CDOS) sosterrà il coordinamento e lo scambio di esperienze tra i Cantoni.

Partendo dal principio che ognuno è responsabile delle proprie scelte di vita e dei propri comportamenti, la Strategia nazionale dipendenze si prefigge di incentivare l’alfabetizzazione sanitaria della popolazione in generale e di informare sui rischi e sulle possibili conseguenze di determinati comportamenti. Puntando sulla responsabilità individuale, ma assicurando un sostegno a chi ne ha bisogno, è la risposta coordinata ai comportamenti a rischio e alle dipendenze nel quadro delle priorità di politica sanitaria del Consiglio federale «Sanità2020» e fornisce per la prima volta un quadro globale di riferimento e d’intervento.

La strategia riprende e sviluppa in funzione degli obiettivi perseguiti gli approcci sperimentati con successo nei programmi nazionali in materia di alcol, tabacco e droghe e considera anche altre forme di dipendenza, quali la farmacodipendenza o il gioco d’azzardo patologico. Inoltre si ispira al modello dei quattro pilastri (prevenzione, terapia, minimizzazione dei danni e repressione) e lo sviluppa ulteriormente. La sua attuazione sarà assicurata grazie alle cooperazioni già in atto, che saranno estese laddove necessario.


Indirizzo cui rivolgere domande

UFSP, Comunicazione, 058 462 95 05 oppure media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-64756.html