Le priorità della Svizzera per la 71a Assemblea generale dell’ONU

Berna, 07.09.2016 - Il 20 settembre, in occasione dell’apertura della 71a Assemblea generale delle Nazioni Unite, il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann presenterà le priorità della Svizzera nell’ambito dell’ONU per il prossimo anno e parteciperà a varie manifestazioni, incontrando capi di Stato e di Governo. Durante la settimana ministeriale a New York, il consigliere federale Didier Burkhalter rappresenterà a sua volta la Svizzera nel corso di vari eventi dedicati in particolare alla questione della sicurezza internazionale e avrà alcuni colloqui bilaterali. La consigliera federale Simonetta Sommaruga prenderà invece parte al Vertice delle Nazioni Unite sui rifugiati e i migranti, che avrà luogo prima dell’apertura dell’Assemblea generale.

Durante la sua seduta di mercoledì, il Consiglio federale ha preso atto delle priorità della politica estera della Svizzera per la 71a Assemblea generale delle Nazioni Unite. Nella stessa occasione, ha deciso che il presidente della Confederazione Johann Schneider-Ammann e il consigliere federale Didier Burkhalter rappresenteranno la Svizzera all’apertura dell’Assemblea generale. La promozione della pace e della sicurezza internazionale saranno due dei punti forti della posizione svizzera a New York, insieme alla riforma delle istituzioni dell’ONU allo scopo di aumentarne l’efficacia. Queste tematiche sono in sintonia con i valori, gli interessi e il ruolo tradizionale del nostro Paese e si iscrivono nel quadro delle priorità definite dal Consiglio federale per l’azione della Svizzera all’ONU negli anni 2012-2022: sicurezza e riforme. 
 
Il 20 settembre, si aprirà il dibattito generale della 71a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Durante questo dibattito, il presidente Schneider-Ammann prenderà la parola a nome della Svizzera, affrontando questioni che sono al centro dell’attualità mondiale e le priorità della politica estera svizzera nel quadro dell’ONU. Tra queste ultime rientrano, oltre alla promozione della pace e della sicurezza, anche la promozione del libero commercio nonché di condizioni quadro liberali e dell’innovazione, indispensabile per lo sviluppo economico, il benessere e l’occupazione. Il presidente della Confederazione parteciperà inoltre a diversi incontri, tra cui una riunione di alto livello sulla resistenza antimicrobica, che rappresenta una sfida mondiale nel campo della salute pubblica a cui la comunità internazionale è chiamata a dare una risposta più decisa, e un vertice sul ruolo degli attori privati nella soluzione dei problemi legati alla migrazione. Approfitterà infine del soggiorno a New York per incontrare vari capi di Stato e di Governo che parteciperanno alle riunioni di alto livello della settimana ministeriale, insieme a molti ministri degli Stati membri dell’ONU.
 
Il consigliere federale Didier Burkhalter prenderà parte a numerosi eventi incentrati, in particolare, sull’importanza di un miglior coordinamento all’interno dell’ONU tra le questioni legate ai diritti umani e quelle concernenti la sicurezza e, insieme al ministro degli esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier, presiederà una discussione di alto livello dedicata alla necessità di tenere maggiormente conto della situazione dei diritti umani come meccanismo di allerta precoce per la prevenzione dei conflitti. Lo scorso 13 giugno, in occasione del decennale del Consiglio dei diritti umani, la Svizzera ha lanciato a questo proposito un appello sostenuto finora da 70 Stati membri. Anche la prevenzione dell’estremismo violento e la lotta contro il terrorismo, nonché gli sforzi volti ad abolire la pena di morte in tutto il mondo, rientrano tra le priorità del capo del Dipartimento federale degli affari esteri a New York. La Svizzera porterà avanti la sua azione nell’ambito «acqua, pace e sicurezza». Si tratta in questo caso di rafforzare e facilitare il dialogo sull’acqua come strumento di cooperazione e di pace anziché come fonte di conflitti e di approfondire il dialogo sulla governance istituzionale dell’acqua all’interno del sistema ONU. Burkhalter incontrerà inoltre numerosi ministri degli esteri, con cui avrà colloqui bilaterali.

Simonetta Sommaruga al Vertice sulle migrazioni
 
La consigliera federale Simonetta Sommaruga parteciperà, lunedì 19 settembre, al Vertice delle Nazioni Unite sui rifugiati e i migranti. In occasione di questo Vertice, la Svizzera si impegnerà soprattutto a favore della prevenzione degli esodi forzati e della protezione di profughi e migranti particolarmente vulnerabili, mettendo l’accento sulla promozione dell’autonomia economica di profughi e sfollati. Infine, la Svizzera intende sottolineare il ruolo svolto dalla Ginevra internazionale come sede principale del dialogo internazionale sulla migrazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Tel. +41 58 462 31 53
info@eda.admin.ch

Servizio d’informazione DEFR
Tel. +41 58 462 20 07
info@gs-wbf.admin.ch

Servizio d’informazione DFGP
Tel.: +41(0) 58 462 18 18
info@gs-ejpd.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-63669.html