Uniformazione degli atti pubblici in forma elettronica

Berna, 07.09.2016 - Il Consiglio federale intende accelerare il processo di digitalizzazione degli atti pubblici e delle certificazioni nonché migliorare la certezza del diritto dei documenti elettronici. Pertanto mercoledì ha avviato la consultazione, che si concluderà il 7 dicembre 2016, della revisione totale dell'ordinanza sulla realizzazione di atti pubblici in forma elettronica e di certificazioni elettroniche. L'entrata in vigore delle nuove disposizioni è prevista per il 1° gennaio 2018.

Il 1° gennaio 2012 è entrata in vigore l'ordinanza sugli atti pubblici in forma elettronica (OAPuE). Visti i progressi fatti dalla digitalizzazione in questo campo, il Consiglio federale propone una serie di adeguamenti del testo normativo vigente. Nello specifico la normativa proposta prevede che, oltre ai notai, anche altri pubblici ufficiali, ad esempio gli ufficiali dello stato civile, i collaboratori delle autorità del registro di commercio o gli ufficiali del registro fondiario, siano sottoposti alle disposizioni dell'OAPuE. Questa uniformazione crea maggiore trasparenza e migliora la certezza del diritto soprattutto nel caso di pratiche intercantonali o internazionali.

Nel settore degli atti pubblici e delle certificazioni i documenti cartacei e quelli elettronici continueranno però a convivere anche in futuro, dato che i Cantoni non sono obbligati a introdurre il formato elettronico.


Indirizzo cui rivolgere domande

Rahel Müller, Ufficio federale di giustizia (UFG), T +41 58 465 00 79



Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-63668.html