Il consigliere federale Berset vara una carta per la parità salariale con Cantoni e Comuni

Berna, 06.09.2016 - 25 Comuni e Cantoni e la Confederazione hanno firmato la «Carta per la parità salariale nel settore pubblico». Questa carta, che sottolinea il ruolo di modello degli enti pubblici, è stata al centro del secondo incontro nazionale sulla promozione della parità salariale nel settore pubblico.

«Gli enti pubblici devono fungere da modello nell'attuazione della parità salariale e sfruttare l'influsso che hanno», ha affermato il consigliere federale Alain Berset nel suo discorso di apertura del secondo incontro nazionale sulla promozione della parità salariale nel settore pubblico, tenutosi a Berna. Con un volume di appalti di circa 36 miliardi di franchi e con oltre 300 000 equivalenti a tempo pieno, il settore pubblico riveste una grande importanza per l'economia del Paese. Alain Berset ha invitato i Cantoni e i Comuni a intensificare il loro impegno in favore
della parità salariale e presentato a questo fine la «Carta per la parità salariale nel settore pubblico».

La carta sottolinea la volontà delle autorità firmatarie di attuare la parità salariale nel loro campo d'influenza. La parità salariale deve essere verificata regolarmente sia nelle amministrazioni pubbliche sia nelle imprese che ricevono mandati o sussidi da parte degli enti pubblici. L'obiettivo perseguito è di conseguire il più ampio impatto possibile e di inviare un chiaro segnale ai datori di lavoro pubblici e privati. La carta non è tuttavia giuridicamente vincolante.

Alain Berset ha invitato tutti i Comuni e tutti i Cantoni a firmare la carta. 25 Comuni e Cantoni e la Confederazione lo hanno già fatto. La carta può essere sottoscritta in ogni momento.

All'incontro dei rappresentanti degli esecutivi federale, cantonali e comunali sono stati inoltre presentati e discussi esempi concreti che dimostrano l'efficacia delle misure adottate da diversi Cantoni e Comuni per verificare la parità salariale. Per agevolare i firmatari nella concretizzazione di questo impegno comune, l'Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo (UFU) ha allestito un nuovo portale con informazioni e strumenti utili (www.piattaforma-parità-salariale.ch).


Indirizzo cui rivolgere domande

Sylvie Durrer, direttrice UFU
Tel.: +41 58 462 68 40
E-mail: sylvie.durrer@ebg.admin.ch

Nicole Lamon, capo della comunicazione del DFI
Tel.: +41 58 462 80 16
E-mail: nicole.lamon@gs-edi.admin.ch



Pubblicato da

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo
https://www.ebg.admin.ch/ebg/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-63660.html