Il Consiglio federale prende atto del rapporto del gruppo di lavoro sul futuro dell’obbligo di prestare servizio

Berna, 06.07.2016 - Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha preso atto delle proposte emesse dal gruppo di lavoro e destinate a migliorare il sistema dell’obbligo di prestare servizio. Il rapporto comporta tredici misure a medio termine. Le riflessioni si incentrano sul fabbisogno dell’Esercito svizzero in materia di effettivi. Sulla base del rapporto, le cerchie interessate sono invitate a discutere sul futuro sistema dell’obbligo di prestare servizio.

Nella sua ultima seduta prima della pausa estiva, il Consiglio federale è stato informato delle proposte emesse dal gruppo di lavoro sul sistema dell’obbligo di prestare servizio diretto dall’ex consigliere nazionale Arthur Loepfe.

Il 9 aprile 2014 il Consiglio federale ha incaricato il DDPS di istituire un gruppo di lavoro coadiuvato da periti esterni all’Amministrazione, allo scopo di esaminare il sistema dell’obbligo di prestare servizio. L’esame si è incentrato sugli sviluppi futuri dell’esercito, determinando le sfide a cui il sistema dell’obbligo di servire dovrà far fronte dopo il 2030.

Il rapporto elaborato da tale gruppo di periti costituisce un documento di lavoro all’attenzione del Consiglio federale e apre varie piste di riflessione. Le raccomandazioni presentate nel corso della seduta odierna saranno, in un primo tempo, analizzate congiuntamente dal DDPS e dal DEFR. I due dipartimenti informeranno successivamente il Consiglio federale sull’ulteriore modo di procedere. Questa procedura si iscrive in una prospettiva a lungo termine.


Indirizzo cui rivolgere domande

Karin Suini
Portavoce del DDPS
058 464 50 86
karin.suini@gs-vbs.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

UFPP - Ufficio federale della protezione della popolazione
http://www.bevoelkerungsschutz.admin.ch/

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-62555.html