La Commissione consultiva per l’agricoltura respinge le iniziative popolari

Berna, 04.07.2016 - Il 29 giugno 2016 la Commissione consultiva per l'agricoltura (CCA) del Consiglio federale, in occasione della sua seconda riunione della legislatura 2016-2019, ha visitato due aziende agricole avendo così una visione della pratica. La CCA sostiene, ad ampia maggioranza, la decisione del Consiglio federale del 22 giugno di respingere le iniziative popolari “Per la sovranità alimentare" e "Per vacche con le corna". Inoltre, accoglie favorevolmente la nuova stima del reddito agricolo, tuttavia richiede una considerazione esaustiva della situazione reddituale delle famiglie contadine.

In occasione della sua seconda riunione, la CCA ha visitato due aziende agricole acquisendo una visione approfondita della pratica agricola. In particolare ha mostrato interesse per le impegnative decisioni imprenditoriali al momento dell'inizio dell’attività agricola o della ripresa dell'azienda.

All'ordine del giorno c'erano la posizione del Consiglio federale nei confronti delle iniziative popolari a sfondo agricolo depositate a marzo 2016. La CCA sostiene, ad ampia maggioranza, la decisione di respingere entrambe le iniziative senza controprogetto. L'iniziativa "Per la sovranità alimentare. L'agricoltura riguarda noi tutti” è ritenuta non orientata al futuro dell'agricoltura e della filiera alimentare svizzere e vi è il rischio che la Svizzera si isoli a livello internazionale in caso di accettazione.

La CCA motiva la decisione di respingere l'iniziativa "Per la dignità degli animali da reddito agricoli (iniziativa per vacche con le corna)" affermando che questo aspetto non va disciplinato nella Costituzione federale. Comprende gli interessi degli autori dell'iniziativa e riconosce il maggiore dispendio finanziario connesso agli animali con corna. Tuttavia, la simpatia dei consumatori per gli animali con corna può essere sfruttata come opportunità di mercato. La Commissione condivide anche i dubbi del Consiglio federale per quanto riguarda la questione se i contributi per animali con corna migliorino realmente il benessere degli animali nel complesso. Tali contributi potrebbero indurre a optare maggiormente per la stabulazione fissa. Anche il non trascurabile numero annuo di incidenti con vacche con le corna è un motivo a sostegno della decisione di respingere l’iniziativa.

La CCA si è informata presso Agroscope sulle ripercussione del cambio del sistema nella rilevazione del reddito agricolo. La Commissione sottolinea che i bassi redditi riscontrati sono riconducibili a due effetti: da un lato il nuovo metodo di selezione delle aziende su base aleatoria incrementa il reddito agricolo medio per azienda. Dall'altro l'adeguamento delle regole contabili riduce in maniera significativa il risultato. In linea di principio, la Commissione accoglie favorevolmente i miglioramenti poiché con il sistema semplificato possono essere raggiunte più aziende. Inoltre constata che i redditi più bassi riscontrati nel 2014 con il nuovo metodo non sono una conseguenza dell'introduzione della Politica agricola 2014-2017.


Indirizzo cui rivolgere domande

Markus Zemp, Presidente Commissione consultiva per l’agricoltura, tel. +41 79 420 63 46
Bernard Lehmann, Direttore Ufficio federale dell’agricoltura, tel. +41 58 462 25 01


Pubblicato da

Ufficio federale dell'agricoltura
http://www.blw.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-62512.html