Criteri di efficienza più severi per le automobili nuove a partire dal 1° gennaio 2017

Berna, 04.07.2016 - Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) inasprisce le categorie di efficienza energetica dell'etichettaEnergia per le automobili. L'adeguamento avviene nel quadro della valutazione annuale prescritta dall'ordinanza sull'energia. Con questo inasprimento si garantisce che, nuovamente, soltanto un settimo di tutti i nuovi modelli di automobili sia attribuito alla migliore categoria di efficienza A. Le nuove categorie sono valide dal 1° gennaio 2017.

Dal marzo 2003, l'etichettaEnergia per le automobili dev'essere apposta in modo ben visibile su ogni nuovo veicolo in vendita. L'etichetta suddivide i veicoli in sette categorie di efficienza, dalla A alla G: la categoria A corrisponde alle automobili più efficienti, la G a quelle comparativamente meno efficienti. L'etichetta contiene però anche altri dati, ad esempio sul consumo di carburante o sulle emissioni di CO2; ciò consente all'acquirente di scegliere un veicolo in base a criteri quali l'efficienza energetica e l'impatto ambientale.

Ogni anno (data di riferimento: 31 maggio), il DATEC adegua l'etichettaEnergia ai più recenti sviluppi tecnici; se ciò non avvenisse, la quota di automobili attribuita alla categoria di efficienza migliore (A) aumenterebbe costantemente. Anche i fattori che consentono di calcolare gli equivalenti benzina e gli equivalenti benzina di energia primaria vengono verificati nonché adeguati alle più recenti conoscenze scientifiche e tecniche, oltre che all'evoluzione in atto a livello internazionale. I nuovi valori limite per ogni singola categoria, fissati nell'ordinanza del DATEC concernente le indicazioni dell'etichettaEnergia per le automobili nuove (OEEA), verranno applicati a partire dal 1° gennaio 2017. Dato nuovo: sono stati integrati nell'ordinanza anche i fattori relativi alle emissioni di CO2 provenienti dalla produzione di carburante. Sinora venivano riportate sull'etichetta soltanto le emissioni di CO2 attribuibili alla produzione di energia elettrica.

Sull'etichettaEnergia deve figurare anche il valore medio delle emissioni di CO2 di tutti i veicoli nuovi messi in circolazione nel periodo precedente (1° giugno - 31 maggio). Sinora, tale valore era pari a 139 grammi di CO2 per chilometro. Grazie a motori più efficienti, il consumo di carburante e le emissioni di CO2 di veicoli nuovi diminuiscono però costantemente, al punto tale che il valore medio delle emissioni di CO2 delle automobili nuove in Svizzera è attualmente pari a 134 g CO2 /km*.

* Precisazione: il valore di 134 g CO2/km è calcolato in base alle automobili nuove messe per la prima volta in circolazione tra il 1° giugno 2015 e il 31 maggio 2016. Nel rapporto sul consumo energetico e l'efficienza energetica delle automobili nuove nel 2015, pubblicato il 16 giugno 2016, il valore delle emissioni medie di CO2 delle automobili nuove risulta essere pari a 135 g CO2/km. Tale valore si riferisce all'anno civile 2015.


Indirizzo cui rivolgere domande

Marianne Zünd, Capo Media e politica UFE, tel. 058 462 56 75



Pubblicato da

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-62490.html