Le rendite AVS/AI rimarranno invariate

Berna, 06.07.2016 - Il Consiglio federale ha deciso di mantenere le rendite AVS/AI al livello attuale anche nel 2017. Le rendite del 1° pilastro vengono adeguate quando l'evoluzione dei prezzi e quella dei salari lo giustificano, il che non è il caso per il 2017. La rinuncia all'aumento implica che rimarranno invariati anche i parametri calcolati in base alla rendita minima dell'AVS/AI, quali gli importi limite della previdenza professionale obbligatoria o gli importi destinati alla copertura del fabbisogno generale vitale previsti nell'ambito delle prestazioni complementari.

Il Consiglio federale verifica periodicamente, di regola ogni due anni, se sia necessario adeguare le rendite AVS/AI. Per la sua decisione tiene conto della raccomandazione della Commissione federale dell'AVS/AI e dell'evoluzione dell'indice misto, vale a dire la media aritmetica tra l'indice nazionale dei prezzi al consumo e quello dei salari. L'attuale valore dell'indice misto, determinato dall'inflazione negativa e dalla debole progressione dei salari, non giustifica un aumento delle rendite AVS/AI. L'ultimo adeguamento risale al 1° gennaio 2015.

Gli altri importi restano invariati

La rendita minima completa dell'AVS è mantenuta a 1175 franchi al mese, quella massima a 2350 franchi. Dato che la rendita minima dell'AVS funge da base per il calcolo di altri parametri previdenziali, anche questi ultimi rimarranno invariati nel 2017.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Comunicazione
058 462 77 11
kommunikation@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-62487.html