Fallita la revisione di TARMED

Berna, 01.07.2016 - Il Dipartimento federale dell’interno (DFI) prende atto che i partner tariffali non sono riusciti ad accordarsi su una nuova struttura tariffale per le prestazioni mediche ambulatoriali (TARMED). Il DFI concede loro pertanto quattro mesi di tempo per trovare comunque un accordo o presentare proposte di adeguamento. Se anche questa opportunità non dovesse essere colta, il Consiglio federale procederà d’autorità ad adeguamenti della struttura tariffale. Il DFI ha inoltre preso atto che un partner tariffale ha disdetto la convenzione vigente per la fine di quest’anno. Il Consiglio federale vincolerà, ove necessario, il TARMED vigente in un’ordinanza per evitare una situazione d’assenza di convenzione tariffale.

L’intenzione dei partner tariffali di presentare al Consiglio federale entro la fine di giugno 2016 una versione rielaborata della struttura tariffale per le prestazioni mediche ambulatoriali è rimasta disattesa. Il DFI concede ora ai partner tariffali un termine di quattro mesi per accordarsi comunque su una revisione completa della struttura tariffale. Come già ripetutamente comunicato dal Consiglio federale, i partner tariffali devono osservare le condizioni quadro legali e in particolare evitare che la nuova struttura tariffale provochi costi aggiuntivi. Se un accordo in questo senso non dovesse essere raggiunto, i partner sono invitati a presentare, entro il medesimo termine, almeno delle proposte su come adeguare in modo mirato le prestazioni di costo eccessivo nella struttura tariffale vigente.

Se i partner non dovessero presentare alcuna domanda di autorizzazione entro questo termine, il Consiglio federale procederà d’autorità all’adeguamento della struttura tariffale, avvalendosi della sua competenza sussidiaria. L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) preparerà gli adeguamenti e li presenterà per approvazione al Consiglio federale, che mercoledì è stato informato sulla procedura.

Dato che l’associazione Gli Ospedali Svizzeri H+ ha disdetto la struttura tariffale vigente, il settore delle prestazioni mediche ambulatoriali rischia di trovarsi in una situazione d’assenza di convenzione tariffale. Per evitarla, il Consiglio federale vincolerà la struttura tariffale vigente in un’ordinanza se i partner non dovessero accordarsi entro un mese sull’intenzione di prorogarla almeno con scadenza limitata.

Il TARMED (tariffario medico) rappresenta una struttura tariffale nazionale per le prestazioni mediche ambulatoriali erogate negli studi medici, nelle cliniche e negli ospedali. Questa struttura è negoziata tra i partner tariffali, ossia gli assicuratori-malattie, la Federazione dei medici svizzeri (FMH) e l’associazione Gli Ospedali Svizzeri H+. Dalla sua introduzione nel 2004, il TARMED è stato sottoposto a modifiche puntuali, ma mai a una revisione completa, e necessita quindi di una rielaborazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP, Sezione comunicazione, tel. 058 462 95 05 o media@bag.admin.ch


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-62476.html