Trasmissione dei dati: concretizzazione nell’ordinanza sull’assicurazione malattie

Berna, 29.06.2016 - Il Consiglio federale ha approvato degli adattamenti dell’ordinanza sull’assicurazione malattie (OAMal) che disciplinano in modo più preciso la trasparenza e la certezza del diritto nell’ambito della trasmissione dei dati dei fornitori di prestazioni. Inoltre, per quanto concerne la trasmissione dei dati da parte degli assicuratori, la responsabilità di salvaguardare l’anonimato degli assicurati spetterà d’ora in poi all’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e non agli assicuratori. Queste nuove disposizioni entreranno in vigore il 1° agosto 2016.

In una prospettiva di miglioramento della trasparenza del sistema sanitario, come raccomandato dalla strategia Sanità 2020, il Consiglio federale concretizza nell'OAMal le modalità d’applicazione dell’articolo 59a della legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal), concernente la rilevazione e il trattamento dei dati trasmessi dai fornitori di prestazioni come gli ospedali, le case di cura e i medici. Questi dati, scambiati in conformità alla normativa sulla protezione dei dati, sono necessari per sorvegliare l’applicazione delle disposizioni della LAMal in merito all’economicità e alla qualità delle prestazioni, senza peraltro comportare un onere eccessivo per i fornitori di prestazioni.

Dati degli assicuratori
Nell’ambito della trasmissione dei dati degli assicuratori, il Consiglio federale delega all’UFSP la responsabilità di salvaguardare l’anonimato degli assicurati. Infatti, secondo l’ordinanza vigente, orientata alla legge sulla vigilanza sull’assicurazione malattie (LVAMal) e alla LAMal, questa competenza spetta agli assicuratori. Dal 1° agosto 2016, l’UFSP sarà responsabile della garanzia dell’anonimato degli assicurati.

La procedura di anonimizzazione in funzione della trasmissione dei dati tra gli assicuratori e l’UFSP è stata rafforzata, così come il processo di trattamento di queste informazioni anonimizzate. Nessuno dei dati rilevati dall’UFSP permette di risalire all’identità di un assicurato. Il processo di sicurezza risponde ai requisiti della legge federale sulla protezione dei dati. Queste informazioni permettono all’UFSP di verificare che tutti gli assicurati siano trattati in modo uguale e servono anche ad affinare la compensazione dei rischi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica, Sezione comunicazione, tel. 058 462 95 05, o media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-62415.html