Il Tribunale amministrativo federale conferma la prassi della Cancelleria federale in materia di accreditamento

Berna, 23.05.2016 - Il 17 maggio 2016 il Tribunale amministrativo federale ha respinto il ricorso di un giornalista contro il rifiuto della sua domanda di accreditamento. L’applicazione dell’ordinanza sull’accreditamento dei giornalisti da parte della Cancelleria federale non va contestata. Quest’ultima non aveva dato seguito alla domanda di accreditamento in quanto non vi era documentato un grado di occupazione almeno del 60 per cento di un impiego a tempo pieno.

Respingendo il ricorso, la Corte II del Tribunale amministrativo federale ha confermato la prassi della Cancelleria federale in materia di accreditamento. La Cancelleria federale accredita i giornalisti «se, con un grado di occupazione almeno del 60 per cento di un impiego a tempo pieno, svolgono un'attività giornalistica che copre l'attualità di Palazzo federale per media accessibili a un ampio pubblico» (ordinanza sull'accreditamento dei giornalisti presso il Centro media di Palazzo federale e sull'autorizzazione d'accesso al Centro media, OAGio; RS 172.071, art. 2 cpv. 1).

Nel ricorso si chiedeva di rilasciare un accreditamento per un onere lavorativo del 50 per cento e di modificare di conseguenza l'OAGio. Il Tribunale amministrativo federale ha però  confermato la prassi della CaF: la regola del 60 per cento non supera in alcun modo il margine di manovra spettante al legislatore ed è ragionevole. Il Tribunale amministrativo federale non considera quindi arbitraria la normativa vigente. Dalla sentenza si evince che il Tribunale amministrativo federale reputa accettabili le limitazioni imposte ai giornalisti che dispongono di una tessera d'accesso del Parlamento e non di un accreditamento della Cancelleria federale. Non vi è dunque nulla da eccepire all'applicazione dell'OAGio da parte della Cancelleria federale. La sentenza del Tribunale amministrativo federale può essere impugnata dinanzi al Tribunale federale.

Per ulteriori informazioni sull'accreditamento degli operatori dei media consultare il sito www.bk.admin.ch > La Cancelleria federale > Organizzazione della Cancelleria federale > Settore informazione e comunicazione > Sezione comunicazione > Accreditamento dei giornalisti


Indirizzo cui rivolgere domande

André Simonazzi, vicecancelliere e portavoce del Consiglio federale
+41 58 462 37 03, andre.simonazzi@bk.admin.ch



Pubblicato da

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-61822.html