Il consigliere federale Burkhalter a Berlino dal ministro degli esteri tedesco Steinmeier per discutere di pace, sicurezza e immigrazione

Berna, 06.04.2016 - Il consigliere federale Didier Burkhalter ha incontrato oggi a Berlino il ministro degli esteri Frank-Walter Steinmeier in occasione di un colloquio di lavoro ufficiale. Tra i temi affrontati dai due ministri: la situazione in Europa, la politica della Svizzera nei confronti dell’UE, la sicurezza, le misure per una politica di pace e temi bilaterali. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e il Ministero degli affari esteri tedesco intendono collaborare più strettamente nella formazione di mediatori e mediatrici.

Come in occasione dell'incontro di ieri a Stoccolma con la ministra degli esteri Margot Wallström, anche oggi a Berlino il consigliere federale Didier Burkhalter ha discusso con il suo omologo tedesco della politica della Svizzera nei confronti dell'UE e dello stato di attuazione del nuovo articolo costituzionale sull’immigrazione. Il capo del DFAE ha dichiarato che la Svizzera intende trovare una soluzione consensuale con l'UE entro l’estate. Didier Burkhalter e Frank-Walter Steinmeier hanno affrontato anche gli sviluppi degli altri dossier aperti tra la Svizzera e l’UE, in particolare in relazione ai negoziati per un accordo istituzionale.

Il consigliere federale e il ministro degli esteri tedesco, presidente in carica dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), hanno parlato inoltre della sicurezza in Europa. La Svizzera continuerà a offrire il proprio pieno sostegno a una soluzione politica al conflitto in Ucraina. I due ministri si sono soffermati anche sulla situazione in Siria e nel vicino Oriente e sui recenti sviluppi nel Caucaso meridionale. Entrambi si sono dichiarati preoccupati per il divampare della violenza nel Nagorno-Karabach e hanno esaminato varie soluzioni per riportare la calma nella regione. Il consigliere federale Didier Burkhalter si è augurato che la notizia della tregua concordata tra Azerbaigian e Armenia rappresenti il primo passo per allentare la tensione. L’ambasciatore svizzero Günther Bächler è il rappresentante speciale della presidenza tedesca dell'OSCE per il Caucaso meridionale; l’ultimo incontro tra il presidente azero e quello armeno, tenutosi in Svizzera, risale allo scorso dicembre. Infine, i due ministri hanno analizzato anche il ruolo dell’OSCE nella gestione della crisi migratoria: la Svizzera dirige attualmente un gruppo di lavoro informale dell'OSCE che si occupa proprio di questo tema.

Il capo del DFAE e il suo omologo tedesco hanno parlato di sicurezza e politica di pace anche alla luce della cooperazione bilaterale, ufficializzando una più stretta collaborazione nella formazione di mediatrici e mediatori, che prevede, per esempio, l’elaborazione e l'organizzazione di corsi e percorsi formativi specifici nell’ambito della mediazione.
 
Tra i temi a carattere bilaterale dell'odierno incontro di lavoro a Berlino, anche l’imminente apertura della galleria di base del San Gottardo, un progetto di notevole importanza per la Svizzera e per l’Europa, con cui si mira, tra l’altro, a incrementare le capacità di trasporto di passeggeri e merci sull’asse Mare del Nord-Mediterraneo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-61258.html