Il Consiglio federale ha nominato il rappresentante svizzero nel Consiglio dei direttori esecutivi del FMI

Berna, 04.12.2015 - In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha nominato Paul Inderbinen, capo supplente della divisione Affari multilaterali della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI), quale rappresentante della Svizzera nel Consiglio dei direttori esecutivi del Fondo monetario internazionale (FMI) a Washington D.C. Il rappresentante entrerà in carica al più tardi il 1° novembre 2016, quando inizierà la rotazione convenuta con la Polonia della posizione di direttore esecutivo del gruppo svizzero di voto.

Paul Inderbinen ha conseguito il dottorato in economia e nel 1999 ha iniziato la sua carriera al servizio della Confederazione come collaboratore scientifico. Inderbinen, 46 anni, è stato dal 2002 al 2003 supplente del caposezione nella divisione Questioni finanziarie internazionali e politica monetaria dell’Amministrazione federale delle finanze (AFF). Dal 2003 al 2005 è stato attivo a Washington D.C. in veste di consulente nell’ufficio del direttore esecutivo svizzero in seno al FMI. Ha successivamente ripreso la direzione della sezione FMI e questioni di finanziamento internazionali dell’AFF. Dal 2010 Paul Inderbinen ricopre la carica di capo supplente della divisione Affari multilaterali della SFI.

Paul Inderbinen ricoprirà la carica di rappresentante al più tardi il 1° novembre 2016, data alla quale Daniel Heller, attuale direttore esecutivo, terminerà il suo periodo e la posizione andrà per la prima volta alla Polonia. La nuova procedura corrisponde a un accordo concluso con la Polonia nel mese di aprile 2012 secondo cui i due Paesi occupano il posto di direttore esecutivo in alternanza per un periodo di due anni. Paul Inderbinen occuperà dunque fino al 31 ottobre 2018 la carica di direttore esecutivo supplente e dal 1° novembre 2018 riprenderà quella di direttore esecutivo. Il rappresentante della Svizzera nel Consiglio dei direttori esecutivi tutela gli interessi del nostro Paese e del gruppo di voto nelle questioni strategiche, operative e amministrative in seno al FMI.

Oltre alla Svizzera e alla Polonia, il gruppo svizzero di voto in seno alle istituzioni di Bretton Woods è composto da Azerbaigian, Kazakistan, Kirghizistan, Serbia, Tagikistan, Turkmenistan e soltanto nel Gruppo della Banca mondiale, da Uzbekistan.


Indirizzo cui rivolgere domande

Beat Werder, capo della Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
tel. +41 58 469 79 47, beat.werder@sif.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-59802.html