Aumento della trasparenza e vigilanza rafforzata sugli assicuratori-malattie

Berna, 18.11.2015 - La nuova legge sulla vigilanza sull’assicurazione malattie rafforza la vigilanza sugli assicuratori-malattie e al contempo aumenta la trasparenza. Il Consiglio federale ha approvato oggi la relativa ordinanza. La legge consente anche agli assicuratori di ridurre le riserve eccessive e di offrire agli assicurati premi più bassi. Al pari dell'ordinanza, entrerà in vigore il 1° gennaio 2016.

La legge sulla vigilanza sull’assicurazione malattie (LVAMal) è stata approvata dal Parlamento il 26 settembre 2014 (al Consiglio degli Stati con 41 voti contro 4, al Consiglio nazionale con 139 voti contro 51). Il Consiglio federale, dopo aver elaborato la relativa ordinanza, l'ha adeguata sulla base dei risultati dell'indagine conoscitiva, in particolare riguardo all'approvazione dei premi, alla gestione delle aziende e ai dati relativi alla vigilanza.

Pur rimanendo valido il principio secondo cui i premi dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS, assicurazione di base) devono sempre coprire i costi, gli assicuratori malattie, grazie alla nuova normativa, hanno il diritto di includere una parte dei loro redditi di capitale nel calcolo per la determinazione dei premi. Inoltre, a certe condizioni, possono ridurre le riserve eccessive. Queste due disposizioni consentono loro di offrire agli assicurati premi più vantaggiosi. In qualità di autorità di vigilanza, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) può inoltre obbligare gli assicuratori ad adeguare i premi qualora siano troppo elevati rispetto ai costi, ciò che prima non era possibile.

La LVAMal obbliga la direzione delle assicurazioni a soddisfare determinati requisiti nel quadro della gestione aziendale. I membri degli organi direttivi devono dichiarare apertamente le loro relazioni d'interesse e disporre di conoscenze specifiche in ambito assicurativo. Gli assicuratori-malattie sono inoltre obbligati a rendere pubbliche le retribuzioni complessive corrisposte al consiglio d'amministrazione e all'organo direttivo. Queste nuove norme contribuiscono a una maggiore trasparenza.

Per tutelare gli interessi degli assicurati, l'autorità di vigilanza può altresì ordinare un piano di risanamento e incaricare una persona indipendente di applicare determinate misure presso un assicuratore. La LAVAMal prevede pure un inasprimento delle sanzioni comminate in caso di violazione di disposizioni legali, come l'aumento delle multe, che a dipendenza dell'atto penale commesso possono raggiungere un massimo di 500 000 franchi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP, Sezione comunicazione, tel. 058 462 95 05 o media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-59507.html