Definiti a una tavola rotonda i campi d'azione per il trasporto di tifosi

Berna, 20.10.2015 - Su invito della Consigliera federale Doris Leuthard, in data odierna si sono riuniti a Berna i rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni e delle Città, delle imprese di trasporto, delle associazioni e dei club dei tifosi per un confronto sul tema dei trasporti di tifosi. L'obiettivo di questa tavola rotonda era di fare il punto sulle iniziative in corso e di definire il futuro modo di procedere. Viene così dato seguito a un mandato del Parlamento, che aveva respinto le modifiche ai testi di legge sul trasporto di tifosi e incaricato il Consiglio federale di trovare altre soluzioni d'intesa con le cerchie interessate.

Nella sessione autunnale 2014 il Consiglio nazionale aveva rinviato al Consiglio federale un progetto riguardante i trasporti di tifosi. La relativa modifica di legge avrebbe obbligato i gruppi di tifosi a utilizzare treni o autobus speciali invece di quelli previsti dall'orario. Inoltre, con una nuova disposizione in materia di responsabilità le associazioni sportive avrebbero potuto essere chiamate in causa per i danni provocati dai propri tifosi.
Dopo aver respinto il progetto, il Parlamento aveva incaricato il Consiglio federale di cercare altre soluzioni insieme alle cerchie interessate. La Consigliera federale Doris Leuthard, Capo del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), aveva quindi avviato, d'intesa con il Capo del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), i lavori per la tavola rotonda sui trasporti di tifosi tenutasi a Berna in data odierna.

Lo scopo del confronto era di fare il punto sulle iniziative in corso e di definire il futuro modo di procedere. Oltre ai responsabili della Confederazione, erano presenti i rappresentanti dei Cantoni e delle Città, delle associazioni interessate, dei club di calcio, delle associazioni dei tifosi come pure delle imprese di trasporto. Le FFS hanno sottolineato in questa occasione che riguardo ai trasporti di tifosi la situazione non è migliorata e che permane un potenziale di pericolo per i clienti e i collaboratori.

I partecipanti alla tavola rotonda hanno convenuto i seguenti campi d'azione:

• resoconto congiunto sui trasporti di tifosi, per assicurare che gli eventi siano osservati e rilevati con criteri uniformi;
• progetti specifici per i club: la Swiss Football League avvierà progetti specifici per i club insieme a Lavoro sociale con i tifosi in Svizzera, per giungere a soluzioni su misura;
• esempi all'estero: la Swiss Football League valuterà approcci di buone pratiche adottati all'estero ed esaminerà se sia possibile integrarli in progetti specifici per i club;
• applicazione uniforme del concordato nazionale anti-hooligan: le autorità dei Cantoni e delle Città preposte all'autorizzazione mirano a un'applicazione uniforme del concordato nazionale anti-hooligan. Ciò concerne anche le condizioni per il trasporto dei tifosi;
• ferrovia: le FFS esamineranno insieme agli interessati se sono possibili miglioramenti a livello di materiale rotabile e di regolamento d'esercizio.

I partecipanti alla tavola rotonda hanno deciso di continuare il reciproco confronto in vista della stagione 2016/17 e di incontrarsi nuovamente tra un anno per analizzare i progressi raggiunti.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-59153.html