Le analisi di voto saranno messe a concorso

Berna, 17.08.2015 - Il 17 agosto 2015 la Cancelleria federale ha messo a concorso su simap.ch il mandato per le inchieste realizzate dopo le votazioni popolari federali. L’obiettivo è di sostituire le analisi VOX entro fine 2016.

Dal 1987 la Confederazione partecipa finanziariamente alle analisi di voto del consorzio di ricerca per le analisi VOX, adempiendo così il suo obbligo legale di informarsi sulle opinioni e sulle proposte espresse nell'ambito dei dibattiti pubblici. Le inchieste e le analisi sistematiche e rappresentative svolte dopo le votazioni federali consentono alla Confederazione di ottenere informazioni sulle motivazioni e sulle ragioni alla base del voto espresso. Il consorzio di ricerca per le analisi VOX è composto dall'istituto di ricerca gfs.bern, che rileva i dati, e dagli istituti di scienze politiche delle università di Zurigo, Berna e Ginevra, che a turno valutano e interpretano quei dati.

Nel 2014 il Consiglio federale ha incaricato la Cancelleria federale di pubblicare un bando di concorso OMC per le analisi di voto per la durata di quattro anni. Al gruppo del progetto per questo bando di concorso hanno collaborato specialisti dei settori della statistica, della comunicazione, della protezione dei dati, del diritto, dei diritti politici e della sicurezza informatica. Nel comitato di progetto, oltre alla Cancelleria federale, erano rappresentati l'Ufficio federale di statistica e tre dipartimenti (DFAE, DFI, DFF). Quale soluzione transitoria, la Cancelleria federale prorogherà il contratto con il consorzio di ricerca per le analisi VOX al massimo sino a fine 2016.

Dati, metodi e risultati vanno resi pubblici
Il 17 agosto 2015 la Cancelleria federale ha messo a concorso il mandato per le analisi di voto, pubblicandolo sulla piattaforma per gli appalti pubblici www.simap.ch. Obiettivo del bando è di disporre di dichiarazioni sistematiche e rappresentative sui seguenti temi: comportamento alle urne, motivi del voto, partecipazione, formazione dell'opinione e importanza dell'oggetto. Le valutazioni dei singoli oggetti sottoposti a votazione popolare devono essere paragonabili. I dati resi anonimi, i metodi, le fasi di lavoro, nonché i risultati dei sondaggi e delle analisi successivi al voto devono essere liberamente accessibili ai media, alle associazioni, al mondo scientifico e al pubblico.

La gara pubblica scadrà dopo 50 giorni. Il Consiglio federale si prefigge di prendere una decisione di aggiudicazione entro la fine del 2015. La decisione può essere impugnata mediante ricorso al Tribunale amministrativo federale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ursula Eggenberger
058 462 37 63
ursula.eggenberger@bk.admin.ch


Pubblicato da

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-58358.html