Protezione della popolazione: penuria di energia elettrica e pandemia i rischi maggiori

Berna, 01.07.2015 - L’Ufficio federale della protezione della popolazione UFPP ha svolto l’analisi nazionale dei rischi «Catastrofi e situazioni d’emergenza». Quale risultato di tale analisi il Consiglio federale oggi ha preso atto del rapporto sui rischi che l’UFPP ha elaborato nel 2015. I pericoli di penuria di energia elettrica e pandemia sono stati identificati come i rischi maggiori per la Svizzera. Vi è poi tutta una serie di altre catastrofi e situazioni d’emergenza che costituiscono pericoli abbastanza elevati. Il rapporto sui rischi 2015 funge da base per sviluppare ulteriormente la protezione contro le catastrofi nel quadro della politica di sicurezza integrale della Svizzera.

Nel rapporto «Catastrofi e situazioni d'emergenza in Svizzera - Rapporto tecnico sui rischi 2015» sono stati sistematicamente analizzati 33 pericoli rilevanti per la protezione della popolazione in relazione alla loro probabilità d'insorgenza e alla potenziale entità di danni al fine di dedurre i rischi corrispondenti.

I 10 rischi principali

Il rischio maggiore è stato identificato nel perdurare di una grave penuria di energia elettrica. Per penuria si intende un approvvigionamento di elettricità del 30 per cento della durata di diversi mesi durante l'inverno. Un tale scenario comporterebbe seri danni per la popolazione come pure enormi danni economici e immateriali per l'economia e la società. Complessivamente si prevedono danni per oltre 100 miliardi di franchi. La frequenza d'insorgenza di un simile evento è stimata a una volta ogni 30 fino a 100 anni. Il rischio di una possibile pandemia è ugualmente elevato: nel caso di una frequenza stimata simile l'entità dei danni ammonterebbe a 70-80 miliardi di franchi.

Vi è inoltre una vasta gamma di altre possibili catastrofi e situazioni d'emergenza che a loro volta costituiscono un rischio relativamente elevato. I 10 rischi principali sono: 1. penuria di energia elettrica, 2. pandemia, 3. ondata di caldo, 4. terremoto, 5. interruzione di corrente a livello regionale, 6. tempesta, 7. interruzione informatica, 8. ondata di profughi, 9. caduta di un oggetto volante, 10. epizoozia.

Base importante per la politica, la Confederazione e i Cantoni

L'analisi nazionale «Catastrofi e situazioni d'emergenza in Svizzera» costituisce una base importante per la pianificazione generale e sistematica delle misure di preparazione a possibili catastrofi e situazioni d'emergenza. I Cantoni stessi possono utilizzare i prodotti e i riscontri scaturiti dall'analisi nazionale per sviluppare ulteriormente i propri piani di protezione contro le catastrofi. Il risultato principale del «Rapporto sui rischi 2015» consiste nel fatto che consente un confronto trasparente del potenziale di pericolo di eventi di natura completamente diversa. Il «Rapporto sui rischi 2015» funge quindi da base importante per l'ulteriore sviluppo della protezione in caso di catastrofi nell'ambito della politica di sicurezza svizzera nel suo complesso.

Altri documenti

Il rapporto «Catastrofi e situazioni d'emergenza in Svizzera - Rapporto tecnico sui rischi 2015» è stato pubblicato oggi dall'UFPP. Quale complemento è disponibile l'opuscolo «Catastrofi e situazioni d'emergenza in Svizzera - Quali rischi minacciano la Svizzera?

Entrambi i documenti sono ottenibili nella versione stampata presso l'Ufficio federale della protezione della popolazione UFPP.


Indirizzo cui rivolgere domande

Karin Suini
Portavoce del DDPS
058 464 50 86
Karin.Suini@gs-vbs.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Ufficio federale della protezione della popolazione
http://www.bevoelkerungsschutz.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-57955.html